POLITICA - Crema
“Nelle prossime settimane i sindaci cremaschi saranno chiamati a raccolta e invitati ad esprimersi perchè il Cremasco si candidi, anticipatamente, ad essere Area vasta omogenea e come tale presentarsi quando la Regione Lombardia dovrà normare le aree vaste. Questo consentirà al nostro territorio di mantenere la propria identità e rafforzarla, ma anche di diventare a sua volta polo attrattivo e baricentrico anche per i territori limitrofi, attualmente collocati in altre province: alludo in particolare al Trevigliese, così come a realtà della Bassa bresciana, che già oggi guardano con interesse a quanto sta succedendo nel...
CRONACA - Crema
In risposta al “triste appuntamento promosso dal movimento omofobo delle Sentinelle in piedi”, Arcigay, Sentinelle sedute e Progetto Crema – realtà associativa nata nelle ultime settimane – organizzano la contromanifestazione Caramelle in piedi. “Crema – spiega Gabriele Piazzoni, presidente Arcigay...
ECONOMIA - Sindacati
Verrà inaugurata doman mattina la nuova sede della Fnp-Cisl di Spino d'Adda, struttura che ospiterà la categoria pensionati del sindacato d'ispirazione cattolica. L'appuntamento è previsto per le 11 con il saluto istituzionale del sindaco Paolo Riccaboni e l'intervento di Mario Uccellini, segretario generale...
SPETTACOLI - Musica
Serata particolare nell'ambito di Alice nella città. Sabato 18 aprile dalle 20.30 sarà servita una cena vegan (su prenotazione) in concomitanza con il concerto di Lou Moon, apprezzatissimo gruppo, formato da Mattia Airoldi, voce chitarra, Stefano Cattaneo, batteria, Luca Piazza, basso, e Jack Simone, chitarra.   Folk rock...
SPORT - Associazioni
Si è chiusa la terza tappa della rassegna Giocagin – Il divertimento in Movimento sviluppata dal comitato provinciale Uisp in ben tre località della vasta provincia cremonese; dopo i successi di Casalmaggiore e Cavatigozzi, è arrivato anche quello di Crema, che ha ospitato la manifestazione domenica scorsa presso la...
CULTURA - Proiezioni
Nel suo nuovo film, Mia Madre, Nanni Moretti lascia il ruolo di regista tanto onnipotente ed arrogante quanto intimamente abbandonato, malinconico e solo, a Margherita Buy, ritagliando per sé il ruolo che di solito è di una donna, di una figlia femmina, con la predisposizione 'naturale' al sacrificio, all'umiltà. Chiamato ad essere interprete e strumento, simbolo...