08-02-2023 ore 20:35 | Rubriche - Musica
di Andrea Galvani

Crema. Musiche in abside con storie di vite e di musici: l'apertura è con Sonia Bergamasco

Musiche in abside con storie di vite e di musici è la nuova proposta dell’istituto Folcioni. Quattro appuntamenti, dal 30 marzo al 25 maggio, per “raccontare i sentimenti, le visioni che hanno spinto l’autore a scrivere proprio quel brano, a proporre proprio quella musica”. E come hanno spiegato Giuseppe Strada ed Alessandro Lupo Pasini, “per farvela ascoltare”. Il presidente della Fondazione san Domenico e il direttore dell’istituto Folcioni hanno spiegato di “voler offrire un originale percorso di teatro e musica, presentandolo in una cornice suggestiva: l’abside dell’ex chiesa di san Domenico”.

 

Mozart, Satie e Debussy

Giovedì 30 marzo (ore 21), apriranno la rassegna “una grande attrice che, insieme ad un importante pianista, ci farà scoprire qualcosa di inedito di Mozart”. Si tratta di di Sonia Bergamasco e Marco Scolastra, in una serata intitolata Paolina Leopardi racconta Mozart. Sabato 1 aprile, sempre alle 21, Nicola Cazzalini ed i pianisti del Folcioni racconteranno di Chopin e del profumo di violetta. Mercoledì 3 maggio (ore 21), coi pianisti del Folcioni e la voce recitante di Gianmario Beccaluva spazio ai Pittori della musica: Debussy e Satie.

 

Liszt, Handel e Bach

Lunedì 22 maggio (ore 21) Luciano Bertoli sarà accompagnato al pianoforte da Gabriele Duranti ed Enrico Tansini, nella serata dedicata a Quel genio di Liszt. Giovedì 25 maggio Rosa Messina in qualità di voce recitante, con Francesco Zuvadelli all’organo e con Federica Ziliani e Giada Romanenghi al flauto traverso chiuderanno la rassegna con Bach e Handel: note che scorrono come un fiume. Concerti nell’abside del teatro san Domenico, biglietti 30 marzo (15 e 20 euro), 1 aprile, 3 e 22 maggio (10 euro). Sala Carlo Sforza Francia: 25 maggio ingresso libero. Abbonamento quattro concerti 35 euro.

2377