23-09-2019 ore 14:47 | Politica - Crema
di Andrea Galvani

Crema. Interrogazioni inevase sulla Ztl e sul fiume Serio, il M5s ricorre al prefetto

Il Movimento 5 Stelle Cremasco “si è visto costretto a ricorrere al Prefetto di Cremona perché solleciti l'amministrazione comunale di Crema a riscontrare, per iscritto, due interrogazioni, presentate in data 27 giugno e 15 luglio, riguardanti, rispettivamente, le modalità di attuazione della Zona a traffico limitato e alcuni interventi da effettuare sul Fiume Serio”. Lo rende noto il consigliere comunale Manuel Draghetti, “dopo aver lasciato decorrere abbondantemente i termini previsti dalla normativa (30 giorni), aver presentato due solleciti e aver lasciato trascorrere un ulteriore lasso di tempo”. Il tutto “anche in ragione del fatto che le rassicurazioni ricevute dagli assessori (Bergamaschi e Gramiglioli) sono parse evasive, contraddittorie e tra loro scoordinate”.

 

Atteggiamenti irriguardosi”

Secondo l’esponente Cinque stelle “la percezione che se ne trae è duplice: da un lato, la mancanza di volontà di rapportarsi in maniera puntuale e costruttiva con la minoranza consiliare, dall'altro l'inadeguatezza dell'apparato politico - amministrativo ad affrontare una situazione – quella del riscontro alle interrogazioni – strutturalmente poco complessa e di facile gestione”. Per Draghetti si tratta di “atteggiamenti irriguardosi delle prerogative che la normativa assegna a ciascun consigliere comunale, oltre che fortemente pregiudizievoli del diritto dei cittadini a conoscere gli orientamenti e le azioni dell'amministrazione comunale”.

100
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato