04-02-2019 ore 18:33 | Cronaca - Crema
di Andrea Galvani

Crema. 'Semplificazione ed efficienza', ecco il nuovo sportello polifunzionale del Comune

Il nuovo sportello polifunzionale del Comune di Crema prenderà ufficialmente avvio domani, martedì 5 febbraio. La sfida è probante e il risultato – al momento dal punto di vista estetico – decisamente appagante: tra poche ore tutti potranno cogliere la differenza e valutare nei fatti. Completamente ridisegnato lo spazio dell’anagrafe: non più cupo ed obsoleto ed ora diviso in due grandi, luminose sale. Nuove le postazioni, curate nei minimi dettagli. Il nuovo sportello raggruppa “Anagrafe, Stato civile, servizi demografici, protocollo, parte del servizio Tributi. Al posto dell’Urp è stata realizzata una moderna e funzionale sala d’attesa con uno schermo sul quale visualizzare i tempi d'attesa e la postazione alla quale rivolgersi”. Amante della sintesi, per dirla con la responsabile Lucia Dossena, “diventiamo più grandi, diversi”. In sala d’attesa anche un montacarichi, mentre la porta a vetri d’ingresso riprende lo skyline della città, come già accade a Nanning: un servizio offerto gratuitamente dall’architetto Giuseppe Scarri. Lo sportello sarà coordinato da Vittorio Vantadori. Alla conferenza stampa anche Dario Boriani dei servizi informativi e Roberto Coti Zelati dell’ufficio economato, a dimostrazione della collegialità di un percorso progettuale iniziato un anno fa e non ancora concluso.

 

Semplificazione ed efficienza

“L’obiettivo – ha spiegato il sindaco Stefania Bonaldi - era semplificare il rapporto con i cittadini, riqualificare gli spazi, rispondere ad esigenze di privacy ed efficienza”. Alla realizzazione ha contribuito anche SistemaSusio, una sinergia che proseguirà almeno per tutto l'anno in corso. Sull'implementazione tecnologica e la formazione del personale il Comune di Crema sta investendo molto: circa 100 mila euro per i lavori edili, gli arredi e le implementazioni tecnologiche, ai quali vanno aggiunti circa 20 mila per la consulenza. All’ingresso in Comune la portineria svolgerà anche un servizio di accoglienza. I cittadini avranno accesso ai servizi attraverso la piattaforma Tupassi: potranno ‘prenotare’ l’appuntamento direttamente dal totem all’ingresso oppure online. Nei prossimi mesi verrà attivato uno sportello telefonico per gestire le richieste di informazioni, indirizzare gli utenti e quindi sgravare gli uffici specialistici.

 

Numeri e benefici attesi

Diamo qualche numero: gli operatori saranno 8. Lo sportello raggruppa le funzioni di 13 uffici e 97 procedimenti. Veniamo agli orari di apertura: Dal lunedì al venerdì: 8:30 – 12:30. Mercoledì: 8:30-17:15 (orario continuato) e sabato: 9-12. Complessivamente, quando tra pochi mesi sarà a regime, sarà aperto 30 ore settimanali, per 9 mila ore l’anno. Concludiamo con i benefici, riassunti dall’ingegnere Emanuele Barbagallo: “La qualificazione del livello di risposta alle esigenze dell’utenza attraverso la creazione di una funzione di frontline specializzata e la creazione di un punto unico di contatto con i cittadini; la forte riduzione del numero di utenti “vaganti” per gli uffici comunali; attivazione di strumenti di ascolto per comprendere le esigenze dei cittadini; orario allargato; miglioramento della qualità del lavoro degli operatori, attraverso la semplificazione delle procedure e della logistica in cui essi svolgono il servizio”.

673
speciale coronavirus la situazione del coronavirus in italia la situazione del coronavirus nel cremasco
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato

polocosmesi