09-10-2013 ore 11:14 | Sport - Calcio
di Francesco Jacini

Lega Pro. Mantova, il centrocampista Giorgio Schiavini: “contro la Pergolettese dovrà essere la gara della svolta”

Mancano pochi giorni alla settima giornata di campionato di Seconda Divisone Lega Pro. L’incontro di cartello è senza ombra di dubbio il derby lombardo fra la Pergolettese di mister Salvatore Giunta ed il Mantova. Una sfida dagli antichi sapori che in epoche non troppo remote, anni ’80 e ’90, ha evocato sfide di altissimo livello, ancora ricordate dagli appassionati.

Il cremasco del Mincio
Nelle fila dei forti biancorossi virgiliani milita il cremasco doc Giorgio Schiavini, centrocampista offensivo, dotato di ottima tecnica individuale e discreto senso del gol, arrivato sulle sponde del Mincio dopo una stagione alla Feralpi Salò poco felice causa alcuni e fastidiosi infortuni. Il giocatore originario di Offanengo non nasconde l’emozione di giocare per la prima volta nello stadio della città che gli ha dato i natali il 29 ottobre 1990.

Giorgio come sta andando l’avventura a Mantova?
“Far parte di una squadra esperta dove sono presenti giocatori del calibro di Luciano è sicuramente stimolante ed importante. Mi sto trovando bene dal punto di vista umano: l’ambiente è diverso da quelli che ho vissuto nelle mie precedenti esperienze. Pubblico, pressione mediatica e vivere il calcio a trecentosessanta gradi in una società ambiziosa e una città che ha calcato platee molto importanti. Purtroppo stendiamo ad avere regolarità nei risultati, facciamo inspiegabilmente fatica e sinceramente non mi aspettavo un inizio così. Diamo sempre il massimo, l’impegno non manca ma prendiamo troppi gol e siamo indietro in classifica”.

Domenica ci sarà la Pergolettese…
“Contro la Pergolettese sarà una gara fondamentale poiché dobbiamo fare punti non rimanere troppo staccati dalle prime posizioni. Mancano ancora tante partite ma dobbiamo muovere la classifica. Questo campionato, causa la riforma, sarà molto particolare dove si sta giocando molto più sul fisico e sulla corsa che sulla tecnica, ogni settimana ci sono sempre risultati a sorpresa. Da parte nostra siamo consapevoli che in ogni gara le avversarie danno sempre il massimo, ma sono convinto che i risultati arriveranno”.

Che partita sarà?
“La Pergolettese è una buona squadra, i risultati sono lì da vedere con 11 punti in 6 gare. Non conosco tutti i giocatori dell’organico ma so che davanti Bardelloni e Jeda sono ottimi attaccanti ed il centrocampo è molto robusto con giocatori come Tacchinardi e Zanola. Secondo me la Pergolettese non è in vetta per caso: sia per noi sia per loro sarà una gara importante che richiamerà molti appassionati ed ognuno giocherà per vincere. Non dobbiamo sottovalutarli nel modo più assoluto.

Da cremasco come senti l’incontro?
“Da cremasco giocare per la prima volta da avversario nella mia città sarà emozionante, se giocherò, vorrò fare bella figura perché so che molti miei amici saranno presenti. Archiviato il periodo negativo Mantova per me è una scommessa e, sicuramente un trampolino di lancio per la mia carriera”.

Cenni alla carriera
Cresciuto nell’Offanenghese, Schiavini è passato al Pizzighettone (Giovanissimi Regionali) prima di passare all’Inter. La trafila con la maglia neroazzurra è durata cinque campionati sino alla Primavera, dopodiché il passaggio al Sassuolo dove ha esordito in B il 30 maggio 2009 contro il Lecce. Fano, Santarcangelo e Feralpi Salò le tappe prima dell’arrivo al Mantova la scorsa estate.
339

 La redazione consiglia:

sport - Calcio
Salvatore Giunta inaugura la prima panchina alla Pergolettese ottenendo un’importante e significativa vittoria esterna sul difficile campo rovigino di Porto Tolle e che, probabilmente, conclude...
speciale coronavirus la situazione del coronavirus in italia la situazione del coronavirus nel cremasco
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato

polocosmesi