30-03-2023 ore 14:26 | Sport - Montecatone
di Claudia Cerioli

Club Regazzoni alla casa Guglielmi. Il 3 giugno a Imola iniziativa benefica per la ricerca

Domenica 26 marzo si è svolta la visita di tutto il consiglio direttivo del Club Clay Regazzoni e di alcuni sostenitori alla “casa di accoglienza Anna Guglielmi” di Montecatone. Il club di Lodi che vanta un nutrito numero di simpatizzanti nel Cremasco, è stato fondato dall’omonimo e dall’amico e presidente onorario Giacomo Tansini. È nato nel 1994 con l’obiettivo di raccogliere fondi per finanziare la ricerca e per sostenere le famiglie di persone con lesioni midollari costrette a lunghe trasferte, spesso lontane dai territori di residenza, per ricevere cure e assistenza adeguata. Dal 2012 il club sostiene la casa di accoglienza e nell’arco di dieci anni ha donato oltre 87.000 euro in favore della cooperativa.

 

I partecipanti

Ad accogliere i 40 ospiti tra consiglieri e sostenitori, sono stati Claudia Gasperini direttore responsabile e coordinatrice della struttura insieme allo staff di casa Guglielmi, il consigliere del club Clay Regazzoni e presidente del consiglio d’amministrazione di "Formula Imola", la società che gestisce l’autodromo internazionale "Enzo e Dino Ferrari" Gian Carlo Minardi e l’assessore all’autodromo, turismo e servizi al cittadino Elena Penazzi. La giornata, oltre alla visita guidata della struttura, ha visto un momento di incontro molto toccante con gli ospiti. Hanno raccontato la loro esperienza di vita e l’importanza di poter contare sul servizio di casa Guglielmi. Al termine della visita don Giuseppe Tagariello, socio fondatore di casa Guglielmi, e don Luigi Avanti, presidente del club Clay Regazzoni, hanno concelebrato la Messa nel salone intitolato a san Giovanni Paolo II.

 

Iniziativa sul circuito

Prima di concludere Giancarlo Minardi, l’assessore Penazzi e il presidente onorario Tansini, hanno anticipato l’appuntamento per il prossimo 3 giugno presso l’autodromo Enzo e Dino Ferrari, per una giornata dedicata alle auto in pista e alla beneficenza. Sarà possibile a persone disabili e non, provare l’emozione di un giro in pista con diverse auto da corsa messe a disposizione da diversi club Ferrari. Il ricavato verrà destinato alle tre realtà sostenute dal Club Clay Regazzoni tra cui proprio casa Guglielmi.

1622