28-03-2024 ore 10:23 | Sport - Basket
di Federico Feola

Spepanovic è immarcabile e la Logiman Crema sbanca Desio. La salvezza ora è più vicina

Dopo la sconfitta interna contro Caserta la Logiman Crema doveva battere un colpo in trasferta e conquistare i due punti. Missione compiuta per i i rosanero cremaschi, autori di una prova discontinua ma nel complesso molto positiva, a tratti travolgente. Uno Stepanovic da 29+9 è risultato immarcabile per la difesa dei locali, apparsi troppo contratti e timorosi di sbagliare. Ora manca davvero poco alla Logiman per ottenere la permanenza in B, anche se i prossimi turni contro Pielle Livorno e Del Fes Avellino si presentano molto impegnativi.

 

Pronti via

I brianzoli partono subito con un 4 a 0, ma da lì in avanti c'è solo la Logiman. I ragazzi di Baldiraghi piazzano un parziale di 13 a 0, nel quale Stepanovic con otto punti consecutivi fa la parte del leone. Dopo Stepanovic si scatena Ianuale con tre triple consecutive. La Rimadesio fatica a trovare contromisure, Crema difende forte e non sembra soffrire il panchinamento forzato di Tsetserukou gravato di due falli dopo pochi minuti. Due liberi di Oboe fissano il punteggio del 10' sul 28 a 12 per la Logiman. I rosanero tengono botta anche nel secondo, arrivano anche sul +17 prima che Desio reagisca. Cambia visibilmente il metro arbitrale, parecchi contatti vengono permessi e la Logiman ne soffre. Si scatena Fumagalli, imprendibile in entrata e preciso da tre. I suoi nove punti riaprono il match e l’intervallo lungo arriva sul 35 a 42, con sette punti consecutivi dei brianzoli. 

 

Doppia cifra

Baldini apre il secondo tempo trovando la retina dai 6.75 metri e Desio si avvicina fino al meno quattro, in un momento del match costellato di errori da entrambe le parti. Ne esce prima la Logiman che riprende a volare e arriva a +13, prima che Sodero riporti sotto i suoi. Klanskis trova due punti sulla sirena per il 47 a 55 del 30'. Ci vogliono tre minuti e mezzo perché Desio trovi i primi punti nell'ultima frazione. La Logiman ne approfitta e torna subito al vantaggio in doppia cifra. La Rimadesio lotta, arriva anche a -6 ma il minuto 36 decide la sfida. Una tripla ed una schiacciata del devastante Stepanovic, intervallate dal quinto fallo del centro di casa Giarelli e da due liberi di Ziviani chiudono il match. 

 

Una di quattro

Finisce 75 a 63 per i rosanero, che si avvicinano notevolmente al traguardo salvezza. Ovviamente soddisfatto coach Baldiraghi a fine match: “Venivamo da una partita negativa contro Caserta, oggi serviva una garra diversa. Serviva scendere in campo con facce diverse e lo abbiamo fatto, non è facile vincere a Desio. Ora dobbiamo vincere una delle prossime quattro partite, per non dover sperare nei risultati degli altri”.

1689