28-02-2021 ore 19:38 | Sport - Basket
di Marco Cattaneo

La Pallacanestro Crema cade a Bernareggio. Mercoledì il recupero contro il Palermo

La Pallacanestro Crema cade a Bernareggio dopo 40' tirati ed appassionanti, contro una Vaporart che ha capitalizzato al massimo il vantaggio ottenuto nel primo quarto. Gli uomini di Eliantonio hanno più volte avvicinato i biancorossi di casa senza mai riuscire a ricucire del tutto lo strappo, nonostante un Drocker da 30 punti. La corsa al secondo posto del gironcino è a questo punto compromessa e Crema dovrà pensare a recuperare le forze per il recupero di mercoledì fuori casa contro Palermo.

 

La partita

Si parte con l'unico vantaggio cremasco (2/4) prima dell'allungo di Bernareggio. Il tagliafuori su Diouf non funziona ed il centro di Bernareggio trova parecchi rimbalzi nel pitturato cremasco. Si arriva così al parziale di 13/0, aperto da due triple di Todeschini e chiuso da una schiacciata volante di Diouf. Per circa 5' Crema non muove il punteggio. L'unico sorriso del primo periodo arriva a 10" dal termine grazie al primo canestro in stagione di Perez che sigilla il 28 a 17 finale. L'ingresso di Montanari dà nuova linfa ai rosanero che si riportano fino a meno 6. Sette punti consecutivi di Drocker danno il 40 a 37 ed il match è ufficialmente riaperto. Venturoli mette la tripla del meno 1, ma cinque punti di Gatti fissano il risultato a metà tempo sul 49 a 43. Drocker illude Crema con una tripla, ma Bernareggio punisce ogni errore cremasco e torna al vantaggio il doppia cifra al 28' (65/53). I cremaschi hanno ancora la forza di recuperare fino al 65 a 60 del 30'. Ultimo quarto combattutissimo, con Crema che si avvicina più volte e Bernareggio che mantiene un esiguo vantaggio. Il finale però sorride alla Vaporart che piazza il break decisivo, chiudendo il match sull'88 a 79.

 

Pagata la stanchezza

"A due minuti dalla fine – commenta coach Eliantonio - abbiamo avuto la palla del meno due, siamo stati bravi tutta la partita dopo un inizio un po' contratto, sapevamo che sarebbero partiti forte all'inizio e noi eravamo ancora un po' negli spogliatoi. Ai miei ragazzi non ho nulla da rimproverare, abbiamo recuperato due volte. Certe partite si vincono sui nervi e sugli episodi, alla fine noi eravamo anche un po' stanchi, loro hanno molte rotazioni. Abbiamo fatto la nostra partita, quella che volevamo, arrivare alla fine con ancora chances per vincere”.

259
speciale coronavirus la situazione del coronavirus in italia la situazione del coronavirus nel cremasco
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato

polocosmesi