27-04-2017 ore 12:54 | Sport - Tiro con l'arco
di Federico Feola

Pierina, oltre 110 arcieri per l'Hunter & Field organizzato dal CremArchery team

Grande successo per il classico Hunter & Field della Pierina, competizione di calendario interregionale organizzata dal CremArchery team, che giunta alla 15ª edizione ha registrato il quasi tutto esaurito con oltre 110 iscritti sui 120 posti in gara. Come di consueto la gara si è tenuta nell'area della Cascina Pierina ed il meteo favorevole ha contribuito a rendere la competizione piacevole oltre che avvincente. Degna di nota la partecipazione di arcieri provenienti da tutto il nord Italia, con atleti veneti, piemontesi, trentini e valdostani oltre ad arcieri emiliani e di tutta la Lombardia.

Il percorso di gara
La formula Hunter & Field 12+12 si disputa su bersagli dai 20 agli 80 cm di diametro e a distanze variabili, 12 conosciute e 12 sconosciute, dai 5 ai 60 m a seconda del tipo di arco e della fascia d'età del singolo arciere. Particolare il percorso di gara con molte piazzole di tiro inedite sfruttando a pieno le potenzialità dell'area come giochi di luce tra le zone di “boscaglia” incolta, montagnette di terra riportata, avvallamenti e giochi di prospettiva per stimolare e mettere alla prova le abilità dei partecipanti.

I risultati
Tra i cremaschi in gara Christian Guerci si è classifica al 6° posto con 383 punti nella divisione Arco Compound Seniores, seguito da Sergio Ghezzi, 17° a quota 356 punti. Per l'Arco Compound Master Antonio Zaniboni ha concluso la gara 13° con 351 punti mentre il presidente Ginamario Vezzani con 376 punti ha sfiorato il podio classificandosi 5°, a soli 2 punti del terzo gradino. Podio sfiorato anche per il duo Bombelli, con il padre Marco che ha concluso 4° a 254 punti tra gli Arco Nudo Seniores ed il figlio Yuri, anche lui 4° con 200 punti tra i giovani Arco Nudo Juniores. Durante la giornata è stato osservato un minuto di raccoglimento in silenzio in memoria del ciclista Michele Scarponi.

Oggi al cinema