24-01-2018 ore 17:13 | Sport - Atletica
di Federico Feola

Atletica Estrada, ottimi risultati al meeting di Magglingen. Conferme per Merisio e Facchi

Come ormai da tradizione gli atleti cremaschi dell'Atletica Estrada hanno partecipato al Meeting internazionale di Magglingen, nel cantone svizzero di Berna. La manifestazione indoor, di respiro internazionale, vanta la presenza di atleti di livello mondiale a cui si affiancano anche atleti di fama minore, dai giovani alle categorie master. La partecipazione dell’Atletica Estrada è stata resa possibile anche grazie alla collaborazione con tecnici specializzati e al rapporto con le squadre collegate, l’Atletica Cento Torri di Pavia al maschile e la Bracco Atletica di Milano al femminile, società ai vertici delle classifiche nazionali.

 

Merisio e Facchi in evidenza
A Magglingen il gruppo cremasco si è messo in ottima luce. Sugli scudi la coppia di allieve Rachele Merisio e Alice Facchi: per la prima arriva il primato personale sui 400 metri indoor, dove fa segnare un ottimo 59,98 che la candida ad un posto da protagonista ai prossimi Campionati Italiani; per lei anche la soddisfazione del primato personale sui 60 metri, chiusi in 7,98. Alice Facchi ha confermato l’ottimo stato di forma dopo un’annata tribolata, chiudendo i 60 ostacoli in 9,19, tempo che vale abbondantemente la partecipazione ai Nazionali, peraltro già confermata la settimana precedente a Parma. Per entrambe anche un’ottima prova sui 200 metri, chiusi rispettivamente in 26,34 e 26,44, che dovrebbero rendere le due atlete pedine chiave di una staffetta 4x200 con ambizioni molto alte.

 

I risultati maschili
Al maschile ottime le prove dei saltatori, con Agostino Doneda, già finalista alle ultime tre rassegne nazionali nel salto triplo, che ha messo a referto 13,19 nel triplo e 6,08 nel lungo. Cresce bene alle sue spalle il coetaneo Christian Assandri, che si migliora nettamente sia nel lungo, con 6,07 che va a migliorare il proprio primato di quasi 50 centimetri, che nel triplo, specialità in cui debuttava agonisticamente, chiudendo a 12,82m, a 8 centimetri dal minimo di partecipazione ai nazionali. Molto positiva anche la trasferta dell’ostacolista Davide Aiolfi, che impegnato sulle distanze della velocità prolungata si migliora rispetto ai propri standard, facendo segnare 24,32 nei 200 e 55,08 nei 400, in attesa di vederlo fra le barriere all’inizio della stagione outdoor. Insieme a lui cresce il mezzofondista Enrico Pola, che si migliora nei 400 con 55,80 e fa segnare un buon 2,11,10 sugli 800, difficili da interpretare in un impianto indoor.

 

Le debuttanti
Ottimi i debutti di due atlete più giovani, alle prime esperienze di atletica di alto livello. Per Emma Corrado, peraltro già quinta ai campionati italiani dello scorso anno, ottimo tempo sui 60 metri chiusi in 8,37. Ottima prova anche per l’atleta meno esperta del gruppo, Rachele Serina, che seppur ancora nella categoria ragazze (classe 2005) si confronta bene con avversarie più mature ed esperte sui 200 metri, chiudendo in un ottimo 28,65, mentre nel confronto con le pari età svizzere è seconda sui 60 ostacoli con 10,09, nonostante l’altezza degli ostacoli sia quella della categoria superiore, e raggiunge anche la finale nei 60 piani con un ottimo 8,65.

Oggi al cinema