22-12-2018 ore 15:27 | Sport - Calcio
di Federico Feola

Pallacanestro Crema. Domenica la trasferta a Faenza in casa della capolista Rekico

Sarà una trasferta ardua per la Pallacanestro Crema quella di domani, domenica 23 dicembre, a Faenza. I leoni cremaschi affronteranno i padroni di casa della Rekico, prima a quota 20 punti a pari merito con Cesena. La formazione emiliana ha sorpreso la concorrenza sprintando in testa fin dall'avvio, venendo raggiunta solo domenica scorsa a causa della sconfitta in trasferta contro l'Urania. Faenza vanta la seconda miglior difesa del torneo, che unita al quarto miglior attacco fa ben capire quanto sia solida la formazione guidata da coach Friso.

Gli avversari
Il roster a disposizione della Rekico presenta in regia una coppia di grande prestigio. Venucci è il top scorer della Rekiko, con 16.7 punti a partita ed è attualmente il terzo miglior marcatore del girone, oltre che il capocannoniere dello scorso anno. In alternativa, ma molto spesso anche a fianco di Venucci, gioca Fumagalli, play/guardia scuola Olimpia Milano, molto noto al pubblico milanese che lo ricorda con la maglia EA7 in serie A in qualche scampolo di partita. Nel reparto esterni spicca il giovane Gay, guardia classe ’98 che nonostante la giovane età ha un vissuto di tutto rispetto in serie B, avendo vestito le maglie di Borgosesia, Oleggio e Barcellona, con la quale la scorsa stagione ha giocato la Coppa Italia e i playoff. In arrivo da Montecatini Petrucci, ex Pistoia in Legadue. Chiude il reparto Casagrande, in arrivo dalla C Gold di Oderzo. Il roster vede anche i due lunghi Silimbani e Costanzelli. Sotto la guida del leader Venucci, gli emiliani giocano un basket moderno che prevede un numero elevato di possessi, un’ottima circolazione di palla e molto tiro da 3 punti, mentre in difesa sono aggressivi sulla palla e usano spesso i cambi sistematici.

Partita difficile
In attesa di notizie dal mercato, Crema dovrà fare di necessità virtù, presentandosi in campo con l'organico limitato dopo la partenza di Sorrentino. "Giochiamo con la prima in classifica – commenta coach Garelli - Faenza non ha bisogno di presentazioni. Hanno un ottimo allenatore ed una squadra profonda. Dobbiamo prendere la partita con il giusto spirito: domenica il risultato non sarà la cosa più importante, dovremo fare passi avanti e dimostrare che iniziamo un percorso che ci deve portare ad avere una buona posizione in classifica a maggio”. I passi avanti visti soprattutto in difesa nei primi 25' del derby contro la Juvi Cremona, al netto dei problemi di falli conseguenti, fanno ben sperare per una prestazione all'altezza dell'arduo compito, con un pronostico che resta però saldamente dalla parte dei padroni di casa.

Oggi al cinema