22-12-2017 ore 21:27 | Sport - Basket
di Federico Feola

Pallacanestro Crema, al PalaCremonesi sabato arriva la Rekico Faenza

Domani, sabato 23 dicembre, alle ore 20.30 la Pallacanestro Crema affronterà nell'ultimo turno del girone di andata la quinta in classifica. Si tratta della Rekico Faenza, che dopo il quinto posto dell’anno scorso e l’eliminazione ai quarti playoff contro Firenze (2-1), punta a fare ancora meglio.
I faentini sono partiti ai nastri di partenza come una delle favorite del campionato, ma il loro inizio di stagione è stato complicato da una serie di sconfitte in trasferta, l'ultima a Vicenza.

 

La sfida sul campo
Da allora una striscia ancora aperta di cinque vittorie consecutive ha portato i neroverdi nelle parti nobili della classifica, a quota 18, due vittorie sotto Del Sorbo e compagni. Si affronteranno quindi al PalaCremonesi le due formazioni che vantano la miglior serie positiva del torneo, con Crema che può battere il proprio primato di sei vittorie consecutive, stabilito due anni fa, quando fu interrotto da Firenze dell'attuale coach Salieri, oltre a covare qualche speranza di partecipare alla coppa Italia in programma il primo weekend di marzo, in caso di vittoria e contemporanea sconfitta di Piacenza.

 

Gli avversari
Allenata da Marco Regazzi, al sesto anno consecutivo di mandato sulla panchina, Faenza finora ha aggregato statistiche decisamente buone: secondo attacco del campionato (con 81.1 punti partita, dietro Piacenza con 81.2), seconda per percentuale da due (54%) e da tre (36%), va discretamente a rimbalzo (quasi 35 ad incontro) e ha buone dinamiche di squadra (18.1 assist di media, secondi nel torneo). Meno impressionanti le statistiche difensive: 52% incassato al tiro da due, 71.5 punti concessi e avversari che smazzano circa 17 palloni a partita; buona invece la difesa sul perimetro (31% concesso agli avversari) e la presenza a rimbalzo, dove con soli 31 carambole concesse di media agli avversari i faentini sono i migliori del girone.

 

Squadra competitiva
Il roster, che presenta quattro uomini in doppia cifra, è sicuramente competitivo: il playmaker Venucci finora è il miglior scorer del campionato con 17.4 punti ad allacciata di scarpe, primo per valutazione nel torneo e secondo nella classifica dei falli subiti e della precisione ai tiri liberi.
Degno compagno di scorribande è l’ala Iattoni (12.1 punti e 4,5 rimbalzi). Di rilievo anche il rendimento di Perin, 11.4 punti a partita con il 55% nel tiro da due. Si aggiunge poi un lungo di grande qualità: Chiappelli, (10.4 punti e 7,4 rimbalzi) con grande presenza nell’interiore. Tra i lunghi poi troviamo un veterano della categoria quale Silimbani e un giovane interessante come Giordano Pagani; tra gli esterni invece ci sono il play Benedetti, la guardia Brighi e l’ala montenegrina Milosevic.

Versione pdf
Oggi al cinema