21-10-2018 ore 19:23 | Sport - Calcio
di Tiziano Guerini

Crema, sconfitto il Pavia per 3 reti a 2. Prova di carattere per i ragazzi di mister Bressan

Una battaglia che il Crema ha vinto meritatamente per 3 - 2 contro il Pavia mettendoci gioco e tenacia. I cinque gol si sono alternati da una parte e dall'altra: più facili i due del Pavia arrivati su punizione e su calcio di rigore, più meritati quelli del Crema raggiunti con grande volontà di vittoria. Una partita che vale un esame di maturità per i nerobianchi che ora possono guardare con serenità al duro confronto di domenica prossima contro il Modena primo della classe.

Primo tempo di passione
Sembrava mettersi bene per il Crema che va subito in vantaggio al 10° con Porcino che, sotto misura, devia in rete una punizione di Magrin. Poi nel giro di quattro minuti tutto cambia. Una bella azione a slalom di Guerrini viene fermata fallosamente: punizione dal limite di Mangiarotti, capocannoniere Del Campionato, che non perdona. Poi al 28° il rigore che il solito Mangiarotti calcia spiazzando Marenco. Il Crema è in svantaggio quasi senza accorgersene.

Reazione da campioni del Crema
I nerobianchi pensano a reagire subito all'inizio della ripresa e raggiungono presto il pareggio al 4° con un gol di capitan Pagano che insacca dopo essersi ben destreggiato in area del Pavia. Potrebbe esserci subito il gol del vantaggio al 15° ma il gol viene annullato per presunto fallo in area pavese. Al 17° un bel tiro di Radrezza su punizione viene deviato in angolo; sul conseguente corner il colpo di testa di Scietti è vincente in gol. La reazione del Pavia non dà risultati concreti, anzi al 33° è ancora Pagano a colpire la parte alta della traversa.

Un'ottima gara del Crema di qualità e carattere
Mister Bressan (nell'immagine a lato), nonostante l'espulsione al 9° della ripresa che probabilmente gli costerà la panchina contro il Modena, non se la prende molto: “abbiamo vinto contro una squadra tosta giocando un'ottima gara mettendo in campo carattere e tanta qualità. Abbiamo migliorato molto la fase di possesso palla, qualche difetto ce l'abbiamo ancora ma miglioreremo". Passerella per Mario Scetti, difensore con il vizio del gol: “abbiamo dimostrato ancora una volta di essere una squadra di personalità. Era una partita non facile da raddrizzare dopo il loro uno-due, ma siamo stati bravi a ribaltare il risultato".

Oggi al cinema