21-09-2016 ore 13:03 | Sport - Bocce
di Ilario Grazioso

Crema ospita il campionato europeo di bocce: 17 le nazioni partecipanti al torneo

Tutto pronto in città per un’altra vetrina importante nell’anno di Crema città europea dello sport: il campionato europeo di bocce. Il torneo accoglierà in città le delegazioni di 17 paesi – un record, rispetto alle edizioni precedenti – che da mercoledì 27 settembre a domenica 2 ottobre si confronteranno in avvincenti tornei presso il bocciodromo di via Indipendenza, oltreché nelle strutture di Madignano e Scannabue. Mercoledì 27, a partire dalle 17,30, la cerimonia inaugurale, con la sfilata delle delegazioni che arriveranno in piazza Duomo e poi in comune, dove si terranno i sorteggi. A seguire l’inizio delle gare, che proseguiranno nei giorni successivi dalle 9 alle 23. Tre i campionati che si svolgeranno: individuale seniores, a squadre e under 23, con 13 nazioni rappresentate ed il cremasco Matteo Visconti, testimonial di CCES punta di diamante della squadra italiana. Quanto ai numeri: 54 le partite previste per l’under 23, 156 per l’europeo a squadre e 24 nel campionato individuale, dirette da 32 arbitri.

 

Nel ricordo di Franco Stabilini

L’europeo di bocce è uno degli eventi importanti di CCES 2016, ha detto il consigliere delegato allo sport, Walter Della Frera, nel corso della presentazione dell’evento in comune. Una manifestazione gestita con la collaborazione della società Achille Grandi di Crema, nell’immancabile ricordo del grande Franco Stabilini, presidente di Federbocce Crema e membro della commissione sport cremasca, venuto a mancare lo scorso dicembre. A lui sarà dedicato il trofeo. “La manifestazione era già stata assegnata a Roma – ha detto Bruno Casarini, presidente europeo della Federazione bocce – ma grazie alla grande volontà di Franco Stabilini, si decise di spostare l’evento a Crema”. Nell’occasione, Casarini non ha mancato di ringraziare la famiglia Stabilini, il comune di Crema e la Regione Lombardia per l’organizzazione e l’impegno profuso in queste settimane.

 

European Bowl Association

Tra le novità dell’edizione di quest’anno del campionato europeo di bocce, l’introduzione dell’antidoping e l’assemblea elettiva che si terrà venerdì 30 settembre a partire dalle 9,30, dovrà approvare il nuovo statuto e la nuova denominazione dell’Eba (European Bowl Association). “Non bisogna dare nulla per scontato – ha detto Casarini a proposito dell’europeo – perché diverse nazioni stanno crescendo dal punto di vista tecnico”. Oltre all’assemblea elettiva dell’Eba, venerdì si terrà anche un meeting sull’antidoping e l’alimentazione nelle bocce a cura del dottor Giorgio Barone.

 

Le nazioni partecipanti

Alla presentazione del campionato europeo hanno preso parte anche Rodolfo Guerrini, presidente della società organizzatrice Achille Grandi ed Enrico Piacentini, vice presidente del comitato organizzatore. Quanto alla direzione di gara, l’onere (e l’onore) sarà affidato al presidente europeo Casarini, mentre la responsabilità tecnica allo svizzero Dino Amadò, con direttore di gara Alessandro Morani, vice direttori Claudio Angeletti, Ermes Mattanza e Carlo Quaroni, responsabile antidoping Claudio Bizzarri. Queste le nazioni partecipanti: Italia, Svizzera, Austria, San Marino, Slovacchia, Russia, Polonia, Turchia 1, Turchia 2, Ungheria, Repubblica Ceca, Lichtenstein, Serbia, Malta, Francia, Germania, Bulgaria.

237
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato