21-03-2022 ore 19:34 | Sport - Basket
di Marco Cattaneo

La Pallacanestro Crema cede in casa con Mestre. I veneti vincono per 87 a 70

La Pallacanestro Crema resiste solo un tempo alla forte Mestre e, complice anche l'assenza di Genovese e l'infortunio di Luca Montanari ad inizio partita, cede per 87 a 70 ai veneti. In una giornata da dimenticare, l'unica nota positiva viene dall'esordio di Emanuel Adeola chiamo strato di essersi totalmente è ripreso dall'infortunio patito nella sua precedente esperienza a Ragusa.

La partita
Il match all'inizio e' equilibrato e appassionante. Le guardie cremasche puniscono il cambio sistematico della difesa veneta costringendo al fallo i lunghi di Mestre. Dopo 4' coach Ferraboschi deve richiamare in panchina il temuto Bortolin, già a quota due falli, come anche il collega di reparto Drigo. Venturoli piazza tre triple consecutive ed arriva a quota 13 alla fine del quarto (saranno 27 alla fine) con la frazione che termina sul 19 a 17 per Crema. Termina invece al 7' la partita di Luca Montanari, vittima di un guaio muscolare. Nel secondo quarto Mestre reagisce, poggiando soprattutto sulle spalle di Stepanovich. Il centro uscito dalla panca è abile a farsi trovare sotto canestro ed è il fattore principale del sorpasso veneto. Mestre chiude il tempo avanti per 42 a 35. Il secondo tempo inizia con l'ennesima tripla di Venturoli che riavvicina i suoi, ma prosegue con un parziale a metà quarto di 13 a 0 che chiude il match. È Drigo a fare la parte del leone, colpendo ripetutamente da tre punti e affondando i rosanero. Quando arriva la nuova tripla di Venturoli Crema è sotto di 19 ed il match è già in archivio. Ultimo quarto di puro garbage time. "Mestre era già superiore anche senza le assenze di Genovese e Montanari - spiega coach Ghizzinardi - abbiamo cercato di giocare con Mestre a chi è più bravo, avremmo dovuto usare un po' la clava, chiaro che tecnicamente loro siano superiori. Ora ci attende un match importantissimo a Monfalcone".

610