20-01-2018 ore 16:03 | Sport - Basket
di Federico Feola

Pallacanestro Crema, dura trasferta a Lugo. Nerorosa ancora senza Molteni e Peroni

È una Pallacanestro Crema ancora acciaccata quella che stasera alle ore 20.30 affronterà il Basket Lugo in terra romagnola. I problemi di formazione che affliggono la compagine cremasca sono ancora ben lungi dal risolversi. Molteni, operato alla mano venerdì, ha molto probabilmente compromesso la propria stagione, mentre Peroni è vicino al rientro dall'infortunio patito a novembre con Rimini. In questi giorni si attende l'ok dei medici per riprendere gli allenamenti con il gruppo.

 

Serve una prova di carattere

"Siamo in piena emergenza – commenta coach Stefano Salieri (nell'immagine in basso) - non abbiamo più rotazioni nei piccoli e nemmeno nei lunghi. La situazione è oggettivamente di difficoltà e si riflette pure negli allenamenti dove siamo in sotto numero. Conto sul carattere e sull'orgoglio dei ragazzi, che sono un gruppo fantastico, per giocarci fino in fondo la partita con Lugo. Loro sono in un grande momento e hanno un organico profondo con tanto talento e atletismo. In casa tengono sempre punteggi alti e proprio in difesa sappiamo di dover costruire la nostra partita senza cadere in attacco nel corri e tira dove loro sono bravissimi. Ci servono un paio di vittorie per mettere al sicuro la salvezza e dobbiamo provarci sempre a prescindere dell'avversario."

 

Gli avversari
Il Lugo è la matricola terribile del girone, una delle rivelazioni del campionato. Il confermato coach Gianluigi Galetti, artefice del doppio salto di categoria dalla C Silver alla serie B, allena un roster giovanissimo, che tanti addetti ai lavori ad inizio stagione non vedevano tra i più competitivi; il campo però ha dato risposte differenti. Il bottino dei ravennati è di otto vittorie e nove sconfitte, con due soli referti gialli al Palabanca, contro Lecco e Faenza. I fulcri del gioco lughese sono il playmaker Seravalli, il pivot Filippini e Tinsley, guardia talentuosa di scuola Reyer Venezia. Tra i nuovi arrivati ci sono l’ala Gatto e l’ala/pivot Stanzani, giocatori d’esperienza nonostante abbiano soltanto 21 anni, che formano il reparto senior insieme a Seravalli, Filippini e Tinsley. Tra gli under si stanno mettendo in luce l’ala Moretti (classe 1998), il playmaker Rubbini (’98), la guardia Galassi (’98) e Luca Valentini (’97). Discorso a parte meritano il pivot Iba Thiam (’98) e la guardia Campori (’99), in doppio tesseramento con la Pallacanestro 2.015 Forlì, chiamati dunque a dividersi tra serie A2 e serie B. Completato l’organico lughese i ragazzi del vivaio Collina (’97) e Mihajlovski (2000).

Versione pdf
Oggi al cinema