19-09-2013 ore 12:23 | Sport - Tennis da tavolo
di Ramon Lombardi

Ggs Ripalta Cremasca. Doppio nono posto con Guerrini e Scotti al torneo nazionale di Terni, Ziliani fermato agli Ottavi

Secondo torneo nazionale dell’anno e nuove soddisfazioni per il Ggs Ripalta Cremasca, protagonista anche a Terni dopo l’ottimo esordio a Cortemaggiore. Sui tavoli umbri è andato in scena il torneo ‘nero’, con i singolari 13-100 e 101-300 che vedevano in gara i portacolori della società cremasca.

Nono Guerrini
Partendo dal 101-300, grande prova del quindicenne Daniele Scotti, capace di arrivare fino agli ottavi di finale. Dopo aver superato come secondo il girone di qualificazione (vincendo contro il ligure Simone Pippo e cedendo al toscano Maurizio Raspi), la promessa ripaltese si è messo in luce battendo i più quotati Giuseppe Quartuccio (Messina) e Stefano Borin (Treviso), prima di cedere in quattro set ad Antonino Amato (Mugnano). Stop nei gironi, invece, per il tredicenne Michele Muletti, vincitore sul marchigiano Gabriele Barchiesi e sconfitto dall’ex Ggs Davide Gusmini (3-1) e dal difensore parmense Alessandro Guarnieri (3-2).

Scotti nel torneo principale
Grazie alla performance messa in mostra, Scotti ha raggiunto il torneo 13-100, dove partecipavano di diritto i compagni di società Federico Guerrini e Luca Ziliani. Per Scotti, il girone si è concluso con tre sconfitte, mentre lo scoglio è stato superato dai più esperti portacolori cremaschi. Guerrini ha sfiorato il colpaccio in apertura cedendo 13-11 al quinto set contro il veneto Federico Pavan (testa di serie numero 3 del torneo), qualificandosi comunque al tabellone grazie alle vittorie contro il padrone di casa Francesco Colantoni e contro il laziale Mauro Lorenzini, entrambi piegati al quinto set.

Ziliani fermo agli Ottavi
Secondo posto nel raggruppamento anche per Luca Ziliani, battuto dal molisano Marco De Tullio (3-1) e vincitore sui giovani Enrico Puppo e Costantinos Chiorri, entrambi liquidati in tre set. Nel tabellone a eliminazione diretta, Ziliani sprecava qualcosa di troppo contro il siciliano Giovanni Caprì, venendo punito in quattro set, mentre Guerrini si superava vincendo un’altra “maratona” contro il napoletano Mattia Galdieri (3-2). Negli ottavi, netto lo stop contro la prima testa di serie del torneo, Lorenzo Ragni (San Marino).
587