16-04-2024 ore 19:42 | Sport - Motori
di Federico Feola

Sissi Racing. Gheza, Malanchini e Cagnoni sul podio nella seconda prova a Nocciano

Seconda prova del Campionato italiano Under 23 – Senior a Nocciano, cittadina abruzzese a pochi chilometri da Pescara, sotto l’imponente sguardo dell’innevata Majella. Tempo estivo, tanta polvere e una bella gara, classica con percorso di trasferimento scorrevole e due prove cronometrate. Poco più di 200 i piloti al via che si sono affrontati sui tre giri di percorso e un totale di sei prove cronometrate a cui va aggiunto il prologo del sabato sera. Ancora una giornata agro dolce per il team Sissi Racing che per la seconda volta ha dovuto accontentarsi di ottimi piazzamenti ma ha mancato l’appuntamento con la vittoria.

 

Tre sul podio

A salire sul secondo gradino del podio è stato innanzi tutto Robert Malanchini, il pilota “veterano” del gruppo. Per lui una bellissima gara, combattuta fino all’ultima prova speciale, con il premio finale di un secondo posto che gli vale anche la terza posizione in campionato. Purtroppo le cadute hanno compromesso la gara di tre piloti del team che si giocavano la vittoria: Gheza, Capoferri e Cagnoni. Gheza aveva portato la sua GasGas 300 in prima posizione fino all’ultimo cross test quando una scivolata gli ha fatto perdere i secondi che aveva di vantaggio relegandolo a una comunque ottima seconda posizione, che lascia intatte le sue possibilità di vincere il titolo italiano. Per Capoferri, anche lui in gara su GasGas 300 ma nella categoria Senior, la caduta rovinosa è arrivata proprio nella prima prova in linea e i danni, soprattutto fisici, subiti non gli hanno consentito di attaccare a fondo per rimettersi in gioco e alla fine la sua gara si è conclusa con un quarto posto che lo allontana di dieci punti dalla vetta della classifica, nella quale è terzo. Anche il giovane Cagnoni nella combattuta classe 125 Cadetti, ha “sdraiato” per ben tre volte la sua GasGas 125 e alla fine ha dovuto accontentarsi del terzo gradino del podio e nonostante il suo secondo posto in campionato, il ritardo dal primo inizia ad essere non facile da recuperare.

 

Gli altri risultati

Purtroppo fra l’altro il team cremasco ha dovuto fare a meno di uno dei suoi piloti di punta, nonché campione italiano in carica della classe 450 Senior, Mirko Spandre, costretto al forfait per una caduta in allenamento che gli ha procurato una grave ferita a una mano. Bella gara invece per Gregorio Conte, sesto al traguardo nella 450 under 23, con ottimi riscontri cronometrici nel cross test a ma un po’ in difficoltà nella prova in linea. Con questo risultato Conte si mette brillantemente al quarto posto nella classifica di campionato. Il giovane Mattia Legrenzi nella 125 Cadetti è restato attardato da una penalizzazione di due minuti per una presunta irregolarità commessa nel prologo del sabato, che ne ha poi compromesso il risultato finale. Il prossimo appuntamento con l’italiano Enduro Under 23-Senior è fissato per il 12 maggio a Ceva e sarà fondamentale per i piloti del Sissi Racing per restare in lizza per la conquista del titolo nazionale.

2140