16-04-2018 ore 18:28 | Sport - Basket
di Federico Feola

Basket, Crema sconfitta in casa da Vicenza. Del Sorbo e compagni cedono per 82-73

Al PalaCremonesi la Pallacanestro Crema cede contro un'ottima Tramarossa Vicenza. I leoni cremaschi, ancora alle prese con l’emergenza infortuni, hanno retto per un quarto alla superiore precisione nel tiro dalla lunga distanza degli avversari, cedendo poi nella seconda e non riuscendo più a recuperare il gap. È la quarta sconfitta interna consecutiva, con la vittoria in casa che manca dal 25 febbraio. I risultati del fine settimana fanno sì che che Crema sia irraggiungibile per Faenza, prossima avversaria, e Lecco e sia così sicura di un piazzamento tra le prime quattro del campionato.

 

La partita

Si parte con le triple di Peroni, Corral, Ferraro e Svoboda a far presagire un incontro ad alto punteggio. Il centro dei veneti, che chiudono il quarto con 10/15 da tre punti, mette a segno 11 punti già nei primi 10’. Crema si porta del 32 a 27, ma subisce un parziale di 15 a 1 nel quale un micidiale Svoboda fa la parte del leone e che alla lunga deciderà il match. L’intervallo arriva sul punteggio di 48 a 38 per Vicenza e Crema a interrogarsi su come fermare Svoboda e Corral. La prima sliding door dell’incontro arriva ad inizio ripresa: dopo aver messo a segno una tripla, Del Sorbo in difesa si scontra con Andrea Campiello e cade, con l’avversario che involontariamente lo calpesta: per gli arbitri è fallo antisportivo. Crema stringe i denti e cerca di rientrare. La seconda al minuto 34: sul punteggio di 64 a 69 il palleggio di Paolin colpisce il tacco di un giocatore avversario e Corral recupera e segna. Per i grigi non è successo niente e per di più comminano un tecnico alla panchina cremasca vedendo Ferraro alzarsi dalla panca. L’inerzia del match, che sino a quel momento sembrava premiare Crema, passa dalla parte veneta e la Tramarossa chiude il match sul 73 a 82.

 

Avversari più forti

“Vicenza ha dimostrato sul campo di essere una squadra solida, esperta e più completa di noi – commenta coach Salieri - abbiamo subito molto la loro fisicità e la bravura di Svoboda che ha fatto vedere di essere un giocatore importante. Però i miei ragazzi hanno fatto la una partita di cuore, pur nelle difficoltà che conosciamo essendo sempre incompleti. Devo dire che quel fallo di piede non fischiato quando avevamo l’inerzia e che ha generato il fallo tecnico ha dato una botta alla partita. Chiaro che non abbiamo tirato bene, ma bisogna considerare anche la bravura e la fisicità degli avversari”.

 

PALLACANESTRO CREMA – TRAMAROSSA VICENZA 73-82

[24-23, 14-25 (38-48); 16-17 (54-65), 20-17]
CREMA: Paolin 11 (4/11, 2/8), Peroni 10 (3/12, 2/9), Dagnello 16 (6/13, 2/7), Amanti 2 (1/1), Ferraro 5 (2/3, 1/2); Bianchi 9 (4/8, 1/5), Del Sorbo 8 (2/6, 1/5) Poggi 12 (4/7), Gazzillo e Benzi NE.
VICENZA: Demartini 10 (4/10, 0/2), Svoboda 23 (6/13, 6/11), Campiello U. 2 (1/4, 0/1), Corral 18 (7/14, 3/4), Montanari 11 (3/8, 1/4); Campiello A. 7 (1/3, 0/1), Chinellato 8 (3/6, 0/1), Kekovic 3 (1/1 da tre), Contrino, Elio, Rigon P. e Mezzalira NE.
Note. Crema: 26/61 al tiro, 9/36 da tre, 12/21 ai liberi. Rimbalzi 43 (Poggi 10): 27 dif.+16 off. assist 24 (Dagnello 6), stoppate 3 (Paolin 2), palle rubate 7 (Poggi 2), palle perse 16 (Paolin 4). Falli 22, Del Sorbo e Poggi usciti per cinque falli.
Vicenza: 26/59 al tiro, 11/25 da tre, 19/29 ai liberi. Rimbalzi 33 (Corral 6): 25 dif. + 8 off. Assist 13 (Svoboda 4), palle rubate 10 (Demartini e Svoboda 3), palle perse 10 (Svoboda 5). Falli 14.

Versione pdf
Oggi al cinema