15-09-2019 ore 21:57 | Sport - Calcio
di Tiziano Guerini

Pergolettese, contro l'Arezzo un pareggio avvincente. Al Voltini finisce uno a uno

Quello che si è capito da questo pareggio per 1-1 fra Pergolettese ed Arezzo è che ogni partita sarà ogni volta una battaglia; quando si allenta la presa, come ha fatto il Pergolettese nei primi 15 minuti della ripresa, gli avversari ti castigano, e poi recuperare è difficilissimo. I gialloblù c'è l'hanno fatta grazie ad un rigore trasformato da Bortoluz, ma occasioni simili per recuperare lo svantaggio non capiteranno spesso. La partita è stata comunque avvincente con molte occasioni da gol da entrambe le parti. L'Arezzo si è fatto preferire per velocità e precisione nei passaggi; la Pergolettese ha mostrato nell'ultima mezz'ora di gioco una notevole capacità di reazione grazie anche all'apporto dei nuovi acquisti - Agnelli e Sbrissa - per la prima volta in campo.

 

La partita

Dopo cinque minuti l'Arezzo si è già fatto vedere pericolosamente in area gialloblù. È poi Pergolettese ad avere due buone occasioni: all'11° una punizione dalla destra di Belingheri attraversa tutta l'area davanti alla porta senza che nessuno riesca a toccarla; al 13° Russo va al tiro ma la palla va fuori. Al 19° grossa occasione per l'amaranto Cheddira che si fa respingere il tiro da Ghidotti. Lo stesso Cheddira al 38° spara alto da ottima posizione. Il Pergolettese rientra un po' molle sulle gambe, mentre l'Arezzo gioca subito le sue carte. Al 4° Foglia va al tiro che risulta alto; al 5° arriva il gol degli ospiti: palla dalla sinistra e Belloni colpisce di testa sotto porta. Il Pergo accusa il colpo e l'Arezzo cerca il colpo del secondo gol. Al 13° ancora un errore clamoroso di Cheddira dopo un primo intervento di Ghidotti; al 18° è capitan Cutolo a costringere Ghidotti in angolo. A questo punto i gialloblù, messi nella mischia Bortoluz, Franchi, Sbrissa e Agnelli, costringono gli amaranto in difesa. E così al 32° arriva il calcio di rigore che Bortoluz non sbaglia. Finale al cardiopalma: mentre la Pergolettese attacca con determinazione al 38° l'aretino Piu si mangia un gol colpendo alto di testa; un gol fantasma dell'Arezzo annullato per fuori gioco; nell'extra time il portiere Pizzardo si fa espellere per una scomposta reazione su Bortoluz; infine l'Arezzo reclama un rigore che l'arbitro non concede. Grandi emozioni.

 

Mantenere la velocità senza la frenesia

Nelle interviste del dopo partita mister Contini non lo dà a vedere ma deve essere provato da un incontro senza respiro. "Tutte le partite saranno così tirate, guai ad abbassare la guardia. La squadra ha fatto un passo avanti, concedendo poco e subendo un gol evitabile. Dobbiamo migliorare nelle ripartenze dalla difesa, occorre meno frenesia e maggiore lucidità. Bene i nuovi arrivati - oggi via via tutti in campo - mentre gli altri si stanno adattando a poco a poco alle difficoltà della categoria".

40

 La redazione consiglia:

sport - Calcio
Il campionato di serie C incomincia ad entrare nel vivo anche per la neopromossa Pergolettese con la quarta giornata allo stadio Voltini, alle ore 17.30, contro l' Arezzo. Con il predestinato...
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato