12-11-2017 ore 19:14 | Sport - Calcio
di Tiziano Guerini

Crema, pareggio casalingo contro lo Scanzorosciate. Porrini: “risultato giusto”

Il Crema non è riuscito a vincere la terza partita di seguito: contro lo Scanzorosciate è uscito solo un pareggio con una rete per parte. Risultato tutto sommato positivo anche se i nerobianchi sono andati in vantaggio per primi, e gli ospiti hanno raggiunto il pareggio solo dopo l'espulsione, forse affrettata, di Massoni. Il fatto è che l'occasione per vincere il Crema doveva coglierla nel primo tempo quando invece il gioco è stato troppo lasciato in mano agli avversari.

 

Primo tempo con i nerobianchi contratti

Fino al 20° del primo tempo la partita l'hanno fatta più gli avversari che i nerobianchi. Dopo un primo tiro non pericoloso di Melandri, al 10° una azione di sfondamento di Aranotu costringe Marenco alla uscita sui piedi dell'avversario. Al 14° è Spampatti a farsi notare mettendo un pallone pericoloso in area che però nessuno raccoglie. Al 18° l'occasione del tiro capita a Giangaspero con una palla velenosa che però finisce alta. Al 22° finalmente si vede il Crema con una punizione di Mandelli che arriva in area per la testa di Gomez che però non colpisce. Un bel tiro di Tomas al 34° va fuori di poco; subito dopo ancora Gomez con un tiro da fuori area che Stuani para a fatica in due tempi. Il primo tempo finisce con un passaggio di Porcino a Marrazzo che non riesce a deviare in rete.

 

La ripresa
Il secondo tempo inizia con il botto: al 1° minuto Marrazzo si inserisce bene in area e subisce fallo: l'arbitro indica il rigore che lo stesso Marrazzo trasforma con grande freddezza. Ora il Crema, sbloccata la partita, prende in mano la gara e la reazione dello Scanzorosciate si esaurisce al 4° con una mischia davanti a Marenco senza esito. Dopo una azione insistita del Crema con tiro di Mandelli, solo in area, deviato in angolo da un difensore, al 30° giunge improvvisa l'espulsione del bravo difensore Massoni per doppia ammonizione. Ovviamente lo Scanzorosciate prende animo e al 38° il pareggio, per quanto elaborato, è cosa fatta: su un bel tiro di Lamera, Marenco respinge in angolo; dal corner la palla perviene a Gotti che la mette in mezzo: ne esce una palla velenosa che Marenco cercando disperatamente di intercettare, finisce per mandare del tutto in rete. Un difensore alto come Massoni nella circostanza sarebbe stato utile. La reazione del Crema è in un tiro a colpo sicuro ma sciaguratamente deviato, di Mandelli solo in area. Negli ultimi 5 minuti lo Scanzorosciate ha due occasioni importanti: sulla prima, al 42° la palla va lentamente verso la rete e viene disperatamente allontanata da Scietti; al 45° gli ospiti vanno in goal ma l'azione è viziata da fuorigioco.


Un pareggio giusto
Mister Sergio Porrini (nell'immagine a lato) accoglie il pareggio senza troppe recriminazioni: "nel primo tempo sono stati meglio gli avversari con la loro aggressività; il nostro gioco è stato meno fluido rispetto alle ultime due partite vinte. Nel secondo tempo abbiamo giocato meglio e stavamo portando in porto una possibile terza vittoria di fila che ci avrebbe dato ulteriore morale, quando l'espulsione di Massoni ci ha complicato tutto. A questo punto, pensando al salvataggio sulla linea di porta di Scietti, dobbiamo accontentarci del pareggio contro una squadra che si è dimostrata molto aggressiva".

Oggi al cinema