10-05-2019 ore 12:41 | Sport - Basket
di Federico Feola

Semifinale play off. La Parking Graf cede in casa dell'Alpo, domenica serve un'impresa

Pesante sconfitta per la Parking Graf Crema in gara 1 della semifinale play off. Le ragazze di coach Sguaizer hanno perso contro l'Alpo Villafranca con il punteggio di 73 a 57. Domenica 12 maggio, alle ore 18, gara e al PalaCremonesi. Un bottino cospicuo da gestire per le ragazze di coach Soave che hanno tutte le carte in regola oltre che un vantaggio importante per chiudere i conti con la formazione lombarda. Per le cremasche non è stata certamente una serata felice in cui fatto salve alcune prestazioni individuali è stata l'intera squadra a giocare molto al di sotto delle proprie possibilità.

 

La partita

L’approccio alla gara non è stato dei migliori da parte di Caccialanza e compagne, che soprattutto a livello difensivo ha faticato oltre misura a leggere certe situazioni sfruttate con bravura e grande precisione soprattutto dalla distanza con Dell’Oglio e Ramò in evidenza e la sola Melchiori (mvp 25 punti) capace di replicare e a limitare i danni che comunque al termine dei primi 10’ segnava un significativo 27-15 per un Alpo che prendeva saldamente in mano la situazione. La crisi della Parking Graf è continuata anche nel secondo periodo con un mortificante 20-8 ed un parziale di 47-23 al riposo lungo. Al ritorno in campo apprezzabile è stata la reazione che con un parziale di 22-10 si sono riportate sotto ma che nel proseguo non sono riuscite a dare continuità alla propria azione favorendo la contro risposta delle padrone di casa che su azione e concretizzando al massimo le opportunità dalla lunetta sono riuscite a chiudere con un eloquente 73-57 un incontro diciamo pure controllato dall’inizio alla fine.

Manclossi, “serve un'impresa”

“Faccio i complimenti alle nostre avversarie – commenta il presidente, Paolo Manclossi - nell’occasione hanno giocato come doveva essere fatto una semifinale play off. Non posso nascondere che mi aspettavo tutt’altra prestazione da parte della mia squadra ma ci può stare una serata storta che purtroppo è capitata in un giorno sbagliato. Ritengo che le nostre ragazze hanno qualità ed esperienza sufficiente per affrontare certe gare e l’hanno sempre dimostrato, riconosciamo i meriti dell’avversaria che sono stati netti ma senza fare drammi. Domenica l’obbiettivo su cui puntare naturalmente è una impresa e come spesso lo sport ci ha insegnato è ampiamente compresa questa opportunità. In passato ci siamo spesso riusciti davanti al nostro pubblico perché non crederci. Il -16 è un risultato pesante ma ci sono ancora 40’ da giocare e sono sicuro che impegno e orgoglio da parte delle ragazze non mancherà. Per noi è una garanzia su cui possiamo puntare e comunque vada a finire accetteremo serenamente il verdetto del campo. Una brutta prestazione non cancella certamente quanto fatto fino ad ora dalla squadra e da tutte le ragazze che per quanto mi riguarda, ma non solo da parte mia, sono solo da applaudire”.

84
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato