09-07-2018 ore 16:18 | Sport - Associazioni
di Federico Feola

Crema, prosegue la collaborazione tra l'Aia e l'Avis. L'importanza di donare il sangue

Prosegue il connubio tra l'Associazione Italiana Arbitri e l'Associazione Volontari Italiani Sangue. La stagione sportiva degli arbitri della sezione Aia di Crema Cristian Bertolotti è da pochi giorni terminata, ma se gli atleti si fermeranno per le meritate vacanze estive quella che non si fermerà nemmeno in estate è la solidarietà: questo perché anche a luglio e ad agosto le donazioni di sangue per le ventiquattro fischietti che hanno aderito all’Avis cittadina andranno avanti. La spinta propulsiva del presidente Annunziato Scopelliti e dell’arbitro benemerito Pietro Valcarenghi - ex presidente della Sezione AVIS di Crema - ha fatto in modo che la percentuale di arbitri donatori sia passata dal 5% di gennaio all’attuale 23%, con la promessa di incrementare ancor di più il numero di volontari.

La donazione nello sport e nella vita di tutti i giorni
Nei mesi scorsi, per il settimo anno, gli arbitri cremaschi sono scesi in campo al fianco della sezione locale dell'Avis indossando una maglietta celebrativa durante le gare ufficiali dei campionati provinciali fino alla Seconda Categoria, allo scopo di contribuire alla sensibilizzazione della comunità calcistica locale sull’importanza della donazione di sangue. Domenica 24 giugno un torneo di calcio tra gli arbitri delle sezioni Aia di Bergamo, Brescia, Chiari e Crema - il VI Memorial Cristian Bertolotti - ha visto ancora una volta l’attiva partecipazione dell’Avis che con bandiere, striscioni e stendardi ha invaso il centro sportivo. Un pomeriggio all’insegna quindi dello sport, del divertimento e del volontariato che ha registrato la partecipazione attiva di cento sportivi. Anche in occasione del torneo di beach volley, che andrà in scena la prossima settimana a Casale Cremasco-Vidolasco, i ragazzi e le ragazze della sezione Aia di Crema indosseranno la maglia dello sponsor etico AVIS.

Oggi al cinema