08-01-2018 ore 19:47 | Sport - Basket
di Federico Feola

Ombriano basket, vittoria sofferta con la Vanoli Young. I nerorossi quinti in classifica

Sesta vittoria consecutiva per un Ob4 Ombriano leggermente arrugginito dalla lunga sosta natalizia ma comunque in grado di domare la Vanoli Young combattiva e tosta fino all'ultimo. Il 65-61 finale è stato costruito dal quintetto di Bergamaschi specialmente in un terzo periodo vivace, con un finale invece in sofferenza e col fiato corto.

 

La partita

Carboni e Lazzari lanciano gli ospiti sul 2-9 ma prima Tiramani e allo scadere Gritti su rimbalzo offensivo ridanno fiato a Ombriano (16-14). Un Guglielmetto immarcabile porta i suoi sul 23-18 ma un rapido 0-9 firmato Paroni porta avanti gli ospiti (23-27). Manenti guida la riscossa dei rossoneri e, con un jumper dai 5 metri sulla sirena dell'intervallo lungo, ristabilisce il + 2 interno (31-29). Guarnieri e soci sembrano poter volare via a metà terzo periodo, prima sul 46-32 e poi sul 50-37 con Guglielmetto e la tripla di capitan Samuele ma i giovani cremonesi non mollano. Con Carboni e Sereni in evidenza, iniziano una lenta ma inesorabile rimonta, che li porta al 52-50 del 33'. Manenti e Mainardi ristabiliscono le distanze ma è il quarto periodo di Gamba, che chiuderà in doppia doppia da 11+10, a fare la differenza. La guardia bergamasca mette a referto 8 punti quasi consecutivi e chiude la gara nonostante la tripla di Morello e l'ultimo tentativo a vuoto di Carboni. Ombriano archivia cosi un girone di andata molto positivo, con un record di 7 vittorie e 6 sconfitte ma soprattutto con un quinto posto in classifica.

 

OMBRIANO BASKET-VANOLI YOUNG CR 65-61

(16-14; 31-29; 52-46)

Ob4 Ombriano: Bissi 1, Nodari, Gamba 11, Manenti 8, Salinelli, Guarnieri 11, Gritti 4, Mainardi 2, Tiramani 15, Guglielmetto 11, Basso Ricci 2. All. Bergamaschi.

Vanoli Young Cr: Chiavuzzo, Rodighiero, Carboni 15, Paroni 8, Zhala 6, Tolasi 5, Ziliani 5, Sereni 8, Lazzari 3, Zagni, Tedeschi, Morello 11. All. Beluffi.

Versione pdf
Oggi al cinema