07-05-2024 ore 19:35 | Sport - Motori
di Federico Feola

Campionato mini enduro. Oltre cento piloti al 'Trofeo Città di Crema', sesto memorial Zurla

Un grande spettacolo, che ha soddisfatto pienamente le aspettative del numeroso pubblico presente, quello offerto domenica dal 28° Trofeo Città di Crema, sesto memorial Lodovico Zurla, nella splendida tenuta di Ombrianello. Durante la gara si sono dati battaglia un centinaio di piloti per il Campionato lombardo Mini enduro con l’aggiunta di circa quaranta ospiti, fra i quali piloti di valore nazionale. Un tracciato molto impegnativo di più di sei minuti, che i giovanissimi piloti hanno dovuto percorrere per sei giri. E se i migliori sono riusciti ad abbattere di poco il muro dei sei minuti, per la maggior parte dei concorrenti ogni prova durava più di sette minuti con un totale di tempo totale a fine gara di quasi 45 minuti.

L'organizzazione e lo spettacolo del WeFly Team
L’organizzazione dell’Amc 93, orchestrata dall’onnipresente presidente Matteo Cavallini, è stata impeccabile mettendo a disposizione di piloti e pubblico ben due punti ristoro e un’ottima logistica. Un momento di spettacolo ed emozione si è poi avuto con la spettacolare esibizione aerea della pattuglia acrobatica WeFly Team che è culminata con il passaggio con i fumogeni tricolori fra gli applausi di tutto il pubblico presente.

 

La gara

Tra i Mini enduristi il più bravo è stato Cristiano Busatta, di Bergamo, che oltre a vincere la classe 125 ha vinto anche il trofeo Lodovico Zurla per essersi aggiudicato la classifica Assoluta. Ma grande impressione hanno destato i più giovani piloti in gara che, in sella alle piccole moto 85 di cilindrata, hanno fatto tempi molto vicini e a volte migliori delle 125. E qui il pilota più sorprendente è stato certamente il giovane bresciano Surini, che oltre a vincere la sua categoria ha ottenuto anche la terza posizione assoluta. Anche i giovani “mini” cremaschi si sono difesi bene, difendendo una tradizione di piloti di enduro che a Crema dura da decenni: i migliori sono stati Ronchetti, terzo, nella classe 50, nella quale è giunto sesto Moretti, mentre nella 125, bravi Vianelli e Managò, rispettivamente ottavo e nono.

 

Gli altri risultati

Non si può tralasciare la gara degli Ospiti che ha visto diversi piloti cremaschi segnare i migliori tempi di giornata. Il migliore in assoluto è stato Simone Cagnoni, del team Sissi Racing, che con la “piccola” GasGas 125 è stato il più veloce pilota in gara di tutte le categorie. Gli Ospiti erano divisi in due categorie, moto a 2 Tempi e moto a 4 Tempi. Nella prima ha prevalso Cagnoni davanti a un bravissimo figlio d’arte, Davide Nicoli e terzo Mattia Legrenzi. Nella 4 Tempi vittoria di Robert Malanchini, che ha preceduto i due migliori piloti cremaschi, Gregorio Conte ed Oscar Barbieri. A fine gara ricca premiazione con la conquista del Trofeo Città di Crema da parte della miglior squadra classificata che è stata quella del Moto club Bergamo.

2093