05-03-2019 ore 12:35 | Sport - Rugby
di Federico Feola

Crema Rugby sconfitto a Desenzano. Il 10 marzo arriva Verona, obbligatorio vincere

Un'altra domenica amara per il Crema Rugby. A Desenzano i ragazzi di mister Ravazzolo sono stati sconfitti con il punteggio di 28-19. Un risultato dettato dal fatto che Crema non ha saputo sfruttare la propria superiorità, fallendo le tante occasioni avute. Il gioco al piede del Desenzano, unica vere reale risorsa, alla fine ha fatto la differenza in una partita molto fallosa e nervosa dove anche il caldo inaspettato ha giocato il suo ruolo. Per i cremaschi nulla è ancora perduto ma sarà decisiva la prossima gara interna con il Verona: partita da vincere assolutamente per non dare un addio prematuro alla categoria.

 

La partita

La cronaca ha visto il sostanziale ma sterile predominio dei neroverdi rotto dai due strappi del Desenzano prontamente ricuciti. Il primo tra il 10° e il 13° con la meta del Desenzano e quella di Binetti trasformata da Manclossi. Il secondo tra il 35° ed il 37° con ancora la meta trasformata dei locali ed il pareggio di Scaglia per il 12-12 del primo parziale. La ripresa, dopo il nuovo vantaggio del Desenzano grazie ad un calcio piazzato al 5°, vede il ritorno prepotente del Crema che, grazie ad una meta tecnica al 15°, si riportava in vantaggio per 19-15. La partita sembrerebbe prendere la piega giusta ma i ragazzi di Ravazzolo falliscono due facili occasioni ed alla prima ingenuità subiscono al 27° il contro sorpasso del Desenzano, che porta il risultato sul 22-19. L'inaspettato vantaggio dei padroni di casa ha l'effetto di mandare in crisi il XV cremasco che viene punito con due calci piazzati, tra il 32° e il 37°, che fissano il risultato finale sul 28-19.

97
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato