04-06-2022 ore 15:53 | Sport - Basket
di Vittorio Soldati

Basket team Crema premiato dal comune per la promozione in A1: 'annata perfetta'

Stamattina, presso il palazzo comunale, il sindaco Stefania Bonaldi e il consigliere allo sport Walter Della Frera hanno consegnato al Basket team Crema una targa in segno di riconoscenza per il lustro dato alla città con la recentissima qualificazione alla Serie A1. “Oggi abbiamo fatto festa alle nostre ragazze magiche – spiega il sindaco - tenaci, determinate, tecnicamente eccellenti ma con quell'ingrediente in più, il senso del gruppo, la sintonia fra loro, una alchimia pazzesca che ha fatto la differenza quando occorreva attingere a risorse diverse da quelle prettamente fisiche. Saper perdere, rialzarsi e tirare fuori testa e cuore, non è da tutti. Che esempio e che lezione ci hanno dato. Bravissima la dirigenza con il presidente Paolo Manclossi che ha coltivato questo gruppo con dedizione e passione, insieme ad uno staff di dirigenti e volontari generoso e sempre, sempre presente. Grande anche tutto lo staff tecnico ed i preparatori e il coach, che, con determinazione e rigore hanno saputo tirar fuori la scintilla che mancava”.

 

Un'annata praticamente perfetta

Il trionfo di Udine ha portato la Parking Graf a coronare, al terzo tentativo della propria storia, il sogno di sbarcare nella massima serie nazionale, dimostrando, ancora una volta se ce ne fosse bisogno, la superiorità che ha caratterizzato tutta questa fantastica stagione., Le biancoblu chiudono con un ruolino di marcia fuori da ogni logica e con due trofei all'attivo. Ben 35 le vittorie e una sola sconfitta, che avrebbe potuto rovinare un'annata praticamente perfetta sotto ogni punto di vista. Proprio in quei giorni, dopo la debacle interna in gara 1 di semifinale contro Milano, il cielo si era rannuvolato sopra Caccialanza e compagne, capaci invece di uscire dalla battaglia milanese con un corroborante successo, che le ha poi lanciate verso 3 gare di intensità e voglia notevoli. Il 64-77 esterno dell'ultima partita la dice lunga soprattutto per come è nato. Un primo quarto da brividi (Udine avanti 23-9) con una immediata rimonta parziale e, da lì, in poi una sola squadra al comando, come spesso accaduto in campionato e Coppa Italia (quinta vittoria consecutiva).

 

Le novità

Un plauso anche al sempre caloroso e folto pubblico cremasco, che ha sempre sostenuto a gran voce la squadra, anche nei pochi momenti di difficoltà. Ora i festeggiamenti, con la squadra e la società premiate questa mattina in Comune per la grande impresa, che porterà il Basket team Crema, dopo 33 anni dalla fondazione, nell'Olimpo del basket italiano. Visibilmente entusiasta e commossa la dirigenza, con il presidente Paolo Manclossi a rimarcare l'importanza del primo approdo della storia in A1 di una società di pallacanestro cittadina; aggiungendo che per la prossima stagione il condottiero non sarà più Mirco Diamanti, in attesa di ufficializzare la firma di un nuovo contratto con Ragusa, compagine che veleggia nella parti nobili della A1. La festa è appena iniziata ma il basket mercato incombe, anche se, dalle parole del direttore sportivo Mezzadra, traspare il desiderio di confermare una buona parte del roster attuale, che andrà puntellato per provare a stabilizzarsi ad un livello impensabile fino a pochi anni fa.

2040