30-01-2019 ore 14:11 | Rubriche - Costume e società
di Andrea Galvani

Pendolaria 2018: ‘ancora troppi i disservizi. Investire sulle ferrovie, non sulle autostrade’

L’undicesimo rapporto Pendolaria di Legambiente fotografa il trasporto pubblico in Italia e racconta come sta cambiando la mobilità nelle città e nelle regioni. In Lombardia i passeggeri che utilizzano la rete ferroviaria sono 750 mila, con punte di 800 mila nei giorni feriali: 265 mila sono abbonati. Tra le 30 linee più frequentate in Italia, la metà sono lombarde tra le 30 più frequentate in Italia per numero di passeggeri giornalieri. “Dati che fanno pensare a una Lombardia proiettata verso una mobilità più sostenibile, ma che in realtà nascondono disservizi e i disagi quotidiani per i pendolari. Per questo stupisce ancora di più come Regione Lombardia continui a sostenere nuove autostrade, che drenano soldi pubblici che potrebbero essere destinati al trasporto pubblico locale e a quello ferroviario”.


Disagi e riduzioni del servizio

Per la presidente di Legambiente Lombardia, Barbara Meggetto, “le linee sono congestionate e il un sistema ferroviario troppo stressato. Disservizi e soppressioni si verificano nelle fasce orarie più affollate della mattina dalle 6 alle 8 e della sera dalle 18 alle 20, troppo spesso senza avvisi o servizi sostitutivi, situazioni che si ripetono frequentemente rendendo il viaggio verso il luogo di lavoro e il ritorno a casa una Odissea, in particolare sulle linee secondarie”.

 

Buone pratiche

Non tutto è negativo. Non mancano amministrazioni che scelgono l’elettrico per modernizzare il parco mezzi delle aziende di trasporto locale, come l’attivazione a Bergamo, dal febbraio 2018, di una linea elettrica realizzata in 18 mesi tra progettazione, appalti e cantieri. Dodici autobus elettrici, con 180 km di carica giornaliera ciascuno ed una frequenza media di 15 minuti, attraversano il centro città lungo un percorso in parte preferenziale, collegando i quartieri periferici in connessione con bike sharing, tram, altre linee autobus, parcheggi di interscambio. Milano ha 496 milioni di passeggeri annui, l’età media dei treni della metropolitana è di 13 anni. Per l’autunno 2019 è programmata la consegna di 12 nuovi treni. Nella classifica delle città a maggior utilizzo di trasporto pubblico figurano anche altre due città lombarde: Brescia e Bergamo.

 La redazione consiglia:

politica - Dalla provincia
Autostrada Cremona-Mantova, botta e risposta tra il presidente di Stradivaria Spa e Marco Degli Angeli. Carlo Vezzini s’era detto dispiaciuto che il consigliere pentastellato dubitasse della...
politica - Dall'italia
Durante il tavolo sulle infrastrutture per le Province di Cremona e Mantova, la Regione ha confermato l’avvio del percorso per la realizzazione dell’autostrada tra i due capoluoghi...
economia - Mercati
Isolamento e deficit strutturale della provincia di Cremona costano 160 milioni di euro l’anno. Questo quanto emerso dallo studio The European house Ambrosetti legati al Masterplan 3C al centro...
Oggi al cinema