23-09-2017 ore 19:30 | Rubriche - Costume e società
di Stefano Zaninelli

Nervesa. Un luna park alimentato a energia umana. Il divertimento immerso nella natura

A Nervesa della battaglia, in provincia di Treviso, i giochi del luna park funzionano ad energia umana. Mani, braccia e gambe alimentano le oltre 40 giostre e attrazioni installate all’interno di un parco naturale. Un luna park ad energia zero – come lo chiamano – nato dalla mente e dalla passione di Bruno Ferrin, titolare dell’osteria Ai pioppi, locale che dà il nome anche al parco divertimenti. In quarant’anni di lavoro Bruno ha realizzato numerose strutture, omologate da un ingegnere e continuamente sottoposte a manutenzione.

 

Energia umana

Bambini, ragazzi, adulti: chiunque può divertirsi nel parco naturale ad energia zero. Un modo per fare attività e per sensibilizzare ad una nuova idea di ambiente, di sostenibilità. Niente bar né code sterminate, nessuna macchinetta automatizzata né videogame. I cavi sono tronchi, corde e funi; nelle strutture delle giostre non corre nessun tipo di elettricità, solo adrenalina. Si passa dal giro della morte allo scivolo con salto, dal bob all’uomo vitruviano. Attrazioni in cui il vero protagonista è l’uomo e la giostra diventa solo un mezzo, mimetizzato nella natura. Chissà che anche nel Cremasco qualche giostra non stia aspettando di essere scoperta.

Oggi al cinema