Aiuta un guerriero. Coopi sostiene i bambini, scuole in tendoni e container in Iraq e Niger

La campagna Aiuta un guerriero di Coopi, Cooperazione internazionale presieduta dall’ex sindaco di Crema Claudio Ceravolo, ha l’obiettivo di realizzare interventi di educazione in emergenza e garantire accesso all’istruzione a oltre 4000 bambini in contesti di crisi e conflitti. Grazie ai fondi raccolti con il numero solidale 45541 l’organizzazione allestirà in Niger e in Iraq scuole in tendoni e container, fornirà libri e materiale didattico e formerà il personale scolastico. Realizzerà inoltre latrine, cisterne, impianti di purificazione dell’acqua e dispositivi igienici per il lavaggio delle mani, riducendo così anche il rischio di malattie ed epidemie.

 

Milioni di bambini sfollati

I piccoli guerrieri sostenuti da Coopi sono quei bambini che ogni giorno in questi paesi sfidano minacce e pericoli per compiere quello che in altre parti del mondo è normale e scontato, come andare a scuola ed avere un’educazione. Oltre 6,4 milioni di bambini al mondo sono rifugiati e sfollati, costretti a spostarsi all’interno del proprio Paese oppure oltre confine a causa di guerre e altre emergenze. Più della metà, cioè 3 milioni e mezzo di bambini tra i 5 e i 17 anni, lo scorso anno non ha potuto frequentare la scuola, dati Unhcr.

Versione pdf
Oggi al cinema