19-10-2017 ore 18:24 | Rubriche - Comunicazioni ai cittadini
di Ramona Tagliani

Disabilità grave senza sostegno familiare, i contributi e gli interventi nel Cremasco

L’obiettivo è “agevolare l’erogazione di contributi per la realizzazione di interventi a favore di persone con disabilità grave, prive del sostegno familiare, residenti nei comuni dell’ambito distrettuale Cremasco”. Come spiega la presidente di Comunità sociale cremasca, Angela Beretta, “attraverso la costruzione di progetti personalizzati, della durata di almeno 2 anni, interessa le persone che richiedono di essere accompagnate verso l’autonomia e l’uscita dal nucleo familiare di origine”.

 

Residenza e indipendenza

In concreto si tratta di realizzare “percorsi di vita autonoma per persone disabili gravi all’interno di formule residenziali innovative e percorsi di vita indipendenti rispetto al contesto familiare. Le domande dovranno essere presentate agli Uffici dei servizi sociali del proprio Comune di residenza entro il 31 ottobre 2017”. Le risorse complessive assegnate da Regione Lombardia all’ambito distrettuale Cremasco sono pari a € 247.825 riferite all’annualità di fondo 2016.


I destinatari

Possono accedere al beneficio persone con disabilità grave riconosciuta, che alla data della presentazione della domanda siano in possesso dei seguenti requisiti: certificazione di disabilità grave, riconosciuta ai sensi dell’art. 3 comma 3 della legge 104/92 (accertata nelle modalità indicate all’art. 4 della medesima legge); età compresa tra 18 e 64 anni; residenza presso uno dei 48 Comuni del Cremasco; privi del sostegno familiare in quanto mancanti di entrambi i genitori, con genitori non più in grado di fornire l’adeguato sostegno genitoriale, in previsione del venir meno del sostegno familiare.

Oggi al cinema