17-05-2019 ore 16:57 | Rubriche - Medicina e salute
di Ramona Tagliani

Il Ministero della Salute: "alcol dipendenze, sono a rischio oltre 8 milioni di persone"

“Sono 8 milioni e 600 mila le persone a rischio, 68 mila quelle dipendenti dall’alcol prese in carico dai servizi sanitari, 4575 gli incidenti stradali rilevati soltanto da Polizia e Carabinieri”. Secondo la relazione al Parlamento del ministro della Salute Giulia Grillo sugli interventi realizzati nel 2018 in materia di alcol e problemi correlati nel 2017 il 23,6% dei pazienti erano uomini (6,1 milioni) e l’8,8% donne (2,5 milioni) di età superiore a 11 anni.

 

Rapido intervento
In base alle fasce d’età risultano maggiormente a rischio quella dai 16 ai 17 anni (maschi 47%) che peraltro non dovrebbe consumare bevande alcoliche e quella delle persone tra i 65 ed i 75 anni. Il ministro sottolinea la necessità di un rapido intervento per evitare che il consumo di alcol sfoci in abuso; le conseguenze delle patologie alcol correlate sono devastanti. “Ad oggi – sottolinea il ministro – manca una regolamentazione univoca e condivisa dalle Regioni riguardo la formazione in alcologia tra gli insegnamenti curricolari specifici nelle facoltà universitarie, sia di medicina e chirurgia sia nelle professioni sanitarie e sociali”.

 

La Consulta nazionale

“La Legge 125/2001 aveva previsto e pertanto fu costituita la Consulta nazionale alcol che fino a qualche anno fa ha lavorato in sinergia con le diverse Istituzioni coinvolte, gli esperti del settore e vari stakeholders, producendo documenti di notevole interesse in tale ambito come ad esempio il Piano nazionale alcol e salute 2007-2009. La sospensione delle attività della Consulta, in seguito alle manovre previste dalla spending review, ha lasciato una lacuna ancora da colmare”. Potrebbe essere riattivata o sostituita con “un Tavolo di lavoro permanente presso il Ministero della Salute con lo scopo di supportare il Gruppo tecnico interregionale per l’alcologia della Commissione salute della conferenza Stato-Regioni, che interagisce direttamente sul territorio con le autorità locali”.

10

 La redazione consiglia:

cultura - Manifestazioni
L’auditorium Galilei di Romanengo, venerdì 10 maggio alle ore 20.30 ospiterà la serata di riconoscimento delle astinenze dei pazienti seguiti nei gruppi dell’ambulatorio...
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato