16-12-2017 ore 18:56 | Rubriche - Medicina e salute
di Lidia Gallanti

Asst Crema. Rinnovata sfida tra efficienza, riforma sanitaria regionale ed autonomia

Un anno positivo alle spalle e l'impegno per le nuove sfide in programma per i prossimi dodici mesi. Stamattina nella sala Polenghi dell'ospedale Maggiore di Crema si è svolto il tradizionale incontro di fine anno dedicato a dirigenti e operatori sanitari. Oltre agli auguri di buone feste, l'occasione per fare il punto sul lavoro svolto e premiare i figli dei dipendenti che si sono distinti negli studi, con borse di studio sostenute dall'associazione Popolare Crema per il territorio. Consegnati anche i riconoscimenti ai dipendenti dell'azienda ospedaliera che termineranno il servizio con la fine dell'anno. Quattro le menzioni alla memoria per i colleghi scomparsi negli scorsi mesi. (in allegato l'elenco completo).

 

La riforma ed i pazienti cronici

"Nel 2016 l'azienda ospedaliera si è riconfermata al primo posto su scala regionale, per la terza volta in dieci anni", ha concluso il direttore generale dell'Asst Crema Luigi Ablondi. "Presto sapremo com'è andato il 2017, ma possiamo dirci soddisfatti. Il 2018 sarà una nuova sfida e non sarà semplice". Ablondi accenna all'imminente riforma del sistema sanitario regionale, che comprende la presa in carico dei pazienti cronici: "Siamo preparati, abbiamo allestito un centro per erogare i servizi e formato il personale".

 

Reparti potenziati

Tra le richieste della Regione l'ulteriore riduzione dei tempi di attesa per i pazienti ed il rispetto dei criteri di efficienza. Ablondi è positivo: "Sulla scorta di quanto fatto nel 2017 continueremo a lavorare per rispettare gli standard e garantire l'autonomia dell'ospedale". Tra gli interventi previsti nel 2018, l'introduzione di nuovi sistemi di valutazione per le cure palliative e risk management. Inoltre il potenziamento di alcuni reparti: neuropsichiatria infantile e psichiatria, in particolare il nucleo Alzheimer, screening e vaccinazioni.

Versione pdf
Oggi al cinema