15-10-2020 ore 20:39 | Rubriche - Costume e società
di Andrea Galvani

Covid19. Alloni: "Eravamo tutti impreparati e abbiamo imparato la lezione strada facendo"

Una testimonianza diretta e toccante, che consente di entrare nello spazio dell’intimità. In punta di piedi. Un atto di generosità, perché possa essere d’aiuto a tutti gli altri. Perché inviti a riflettere e soprattutto ad agire, cogliendo l’opportunità, la necessità di aumentare la medicina di prossimità e di arrivare alla realizzazione dei Presst. Il racconto di Agostino Alloni riporta di colpo a quanto abbiamo vissuto nei mesi scorsi: "Eravamo assolutamente impreparati e abbiamo imparato strada facendo". Non possiamo dimenticare l'importanza del sostegno e dell'amore dei familiari, spesso decisivo per le persone ricoverate in ospedale. Il contatto umano non può essere sostituito da una telefonata, da una videochiamata. È indispensabile trovare soluzioni alternative alla chiusura totale.

 

Senso di responsabilità

L’emergenza sanitaria non è conclusa. Tutt’altro. In questi giorni si susseguono gli appelli alla responsabilità e al rispetto delle norme per contenere la diffusione del virus: lavarsi spesso le mano, indossare correttamente la mascherina, limitare i contatti e possibilmente evitare i luoghi affollati. Provengono in particolare dagli operatori sanitari e da chi è stato profondamente colpito negli affetti più cari. Il territorio cremasco è stato tra i più colpiti, dovrebbe aver imparato la lezione.

3042

 La redazione consiglia:

rubriche - Costume e società
È passato un mese e sembra una vita. Il ‘coprifuoco’ scatta alle 18. Scandito dai rintocchi del Duomo (quanto ci mancano le campane a festa), in centro storico resta solo il rumore...
cronaca - Crema
"La città di Crema e tutte le sue figlie e i suoi figli offrono questo segno di amore perenne ai loro concittadini e concittadine mancati nei terribili mesi della pandemia, sentimento che...
rubriche - Medicina e salute
“Non voglio e non posso dimenticare tutti quei pazienti disorientati, terrorizzati, allontanati dai loro cari. Soli spesso nel dolore, spesso anche nella morte”. La presentazione del...
rubriche - Medicina e salute
“Sono stato tra i pochissimi a non ammalarmi. E ancora non ho capito perché”. Lo dice con un filo di voce, quasi fosse una colpa. Con la mascherina appoggiata sulle labbra, le...
rubriche - Costume e società
Nonostante tutte le restrizioni e le preoccupazioni derivanti dal contagio, dal 27 febbraio fino a lunedì 18 maggio, don Emilio Lingiardi – parroco emerito della cattedrale - ha...
speciale coronavirus la situazione del coronavirus in italia la situazione del coronavirus nel cremasco
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato

polocosmesi