15-04-2024 ore 09:03 | Rubriche - Crema
di Claudia Cerioli

Disabilità: percorso per l’accettazione di se stessi in un progetto di inclusione con Anffas

Si è conclusa con successo l'edizione 2024 del progetto Mi prendo cura di te, promosso da Crforma in collaborazione con la sede cremasca di Anffas. Il percorso ha posto l'accento sull'importanza dell'accettazione e dell'amore di sé, soprattutto nel contesto della disabilità. Spesso, ci si focalizza solo sulla differenza di una persona con disabilità, trascurando la sua interezza e contribuendo così alla creazione di barriere e pregiudizi. L'obiettivo principale del progetto è stato quello di sensibilizzare gli alunni e le alunne della scuola sul tema della disabilità, promuovendo la riflessione e la discussione all'interno delle classi.

 

Formazione in aula con Anffas

Durante il mese di marzo, gli educatori Anffas hanno condotto formazioni in aula, che hanno compreso lezioni frontali e laboratoriali incentrate sul tema degli stereotipi legati alla disabilità, coinvolgendo attivamente gli alunni e le alunne. Successivamente, una mattinata è stata dedicata all'accoglienza delle modelle frequentanti i servizi di Anffas con l'apertura dei laboratori di acconciatura ed estetica per trattamenti di bellezza. Le attività sono state poi concluse con sessioni di riflessione, finalizzate a favorire la condivisione delle esperienze e il consolidamento degli apprendimenti. Il progetto ha coinvolto le classi di terza acconciatura ed estetica e i docenti referenti del progetto sono stati Francesca Boselli e Gabriella Reschetti.

 

‘Valorizzare la diversità’

Il progetto ha rappresentato un'importante occasione di crescita e sensibilizzazione per gli studenti e le studentesse di CrForma. Scuola che, ancora una volta, si dimostra essere cuore pulsante per promuovere una cultura e una professionalità inclusive ed accoglienti. "Con questo progetto abbiamo promosso un contesto sociale inclusivo per superare le barriere - sono le parole Fabrizio Carrera, coordinatore di fondazione Alba Anffas Crema onlus -. Un parrucchiere o un estetista, così come ogni professionista, che sa valorizzare la diversità di ogni individuo fa la differenza. Rappresenta un passo verso una società dove la diversità si trasforma in unicità”. 

667