13-07-2015 ore 11:34 | Rubriche - Musica
di Afterglow

Picture disc. Guns N’Roses, Appetite for Destruction, lo street rock graffiante e rabbioso, melodico e appassionato

Il 21 luglio 1987 la Geffen Records presenta Appetite for Destruction, primo album in studio del gruppo hard-street-rock  americano Guns N’Roses, considerato uno dei più importanti della storia del rock e uno dei più venduti di tutti i tempi con 30 milioni di copie, 18 dei quali solo negli Stati Uniti. A tutt’oggi è considerato uno degli album di debutto dal maggior successo di sempre, tanto che la classifica di Rolling Stone dei 500 migliori di tutti i tempi lo colloca al 62º posto. Il disco appartiene al genere sleaze metal (variante dell’hair-pop metal), detto anche sleaze rock o street rock, un sottogenere del glam-pop metal che presenta sonorità da strada, grezze e poco raffinate, unite ad un look disordinato e selvaggio. Lo stile nasce a Los Angeles nella seconda metà degli anni ’80, ad opera di tre gruppi locali che ottengono da subito un buon successo: Guns N’Roses, Faster Pussycat e L.A. Guns.

 

Immagine e stile

Il glam rock, glitter rock, è un genere musicale che prende l’avvio negli anni ’70, imponendosi soprattutto nel Regno Unito e nelle metropoli americane. Il nome deriva dall'abbigliamento Glamour, look curato e vistoso che gli hippies adottano come forma di protesta contro la società ritenuta eccessivamente rigida e austera. Il glam rock consente agli artisti di manipolare la loro immagine e di creare un proprio stile che diventa esso stesso parte del messaggio che intendono esprimere, vedi ad esempio David Bowie e i Roxy Music. Questo genere musicale ha una grande influenza sulla musica degli anni ’80 e sulla nascita del pop metal, variante popolare dell'heavy metal. Il glam metal si collega a questo stile al quale aggiunge sonorità heavy, ispirate al glam rock.

 

Il primo Ep

Dopo l'uscita del primo EP (Extended Play, vinile o CD con durata superiore a un singolo ma inferiore a un album), “Live ?!*@ Like a Suicide”, pubblicato in tiratura limitata di sole 10.000 copie, la Geffen Records dà l’ok alla pubblicazione di un primo vero album. Per la produzione viene preso inizialmente in considerazione Paul Stanley dei Kiss (candidatura subito cassata per la sua richiesta di modificare le canzoni) ma poi il lavoro è affidato al giovane produttore Mike Clink. Nel gennaio del ’87, la band si reca in California per la registrazione dell’album e vi rimane per circa un mese, durante il quale Clink è costretto a veri tour de force di circa diciotto ore di lavoro al giorno, perché i componenti del gruppo decidono di registrare separatamente le parti: Axl canta fino a tarda notte mentre Slash suona il pomeriggio e la sera ricercando un suono di chitarra che lo appaghi. Grazie alla collaborazione di Clink che lo assiste nell’assetto dei pezzi, Slash trova ciò che cerca collegando una Gibson Les Paul a un amplificatore Marshall. Il costo totale dell’operazione Appetite for Destruction è piuttosto elevato: circa 370.000 dollari.

 

Graffiante e rabbioso

L'album, Appetite for Destruction, presenta un sound a volte graffiante e rabbioso, altre melodico e appassionato così coinvolgente da ottenere un successo strepitoso e assegnare, da subito, i Guns N'Roses alla fama internazionale. Questo album rappresenta un significativo punto di svolta per la musica fine anni ’80, periodo in cui l’esaltazione del divertimento è di prammatica. Appetite for Destruction  è un disco irriverente e insolente che a una prima lettura sembra celebrare i miti dissoluti della contemporaneità - sesso, droga, rock & roll - ma i cui testi rivelano invece miseria e povertà delle periferie di Los Angeles popolate da metallari teppisti, prostitute, alcol e criminalità. Le canzoni parlano di eccessi e di band giovanili, di droga, d’amore e di erotismo; celebre è il testo di Welcome To The Jungle scritto da Axl Rose, ricordo di un incontro con un clochard a Seattle. Anche la musica è scomoda e arrogante, più orientata a un suono duro, grezzo e primordiale che aggiunge aggressività a temi già scabrosi. Benché le canzoni siano state accreditate a tutti i cinque membri della band, molte sono state scritte dai singoli membri e solo completate dall’intero gruppo.

 

Dal copyright ai teschi

L'album esce il 21 luglio 1987, ma è prontamente censurato e ritirato dal commercio per l’immagine della copertina che raffigura un mostro volante mentre difende una ragazza svenuta da un robot che cerca di stuprarla (quadro di Robert Williams intitolato appunto Appetite for Destruction). Non è solo la copertina a dare scandalo - accrescendo ulteriormente la fama del gruppo – ma anche, a detta del pittore, la violazione del copyright con il mancato pagamento dell’immagine. Il disco è rimesso in commercio con una nuova copertina che raffigura un tatuaggio di Axl Rose: teschi incastonati su di una croce raffiguranti le teste dei componenti del gruppo.

 

Il lato G ed il lato R

Nella versione originale dell'album, invece dei classici Lato A e B, ci sono il lato G (Guns), con le prime 6 tracce che trattano della vita tormentata e degli eccessi del gruppo e il lato R (Roses) con altre 6 tracce dedicate all’amore e al sesso. Testi e musiche dei Guns N’ Roses, tranne dove indicato: Welcome to the Jungle – 4:31; It’s So Easy – 3:21 (Guns N' Roses, West Arkeen); Nightrain – 4:26; Out Ta Get Me – 4:20; Mr. Brownstone – 3:46; Paradise City – 6:46; My Michelle – 3:39; Think About You – 3:50; Sweet Child O’Mine – 5:55; You’re Crazy – 3:25; Anything Goes – 3:25 (Guns N' Roses, Chris Weber); Rocket Queen – 6:13. Formazione: W. Axl Rose: voce, sintetizzatore, percussioni; Steven Adler: batteria; Duff “Rose McKagan: basso, cori; Slash (Saul Hudson): chitarra solista, ritmica, acustica; Izzy Stradlin: chitarra ritmica, solista, cori, percussioni.

1892