12-04-2019 ore 19:42 | Rubriche - Costume e società
di Andrea Aiolfi

Sicilian Ghost Story. Il presidio di Libera non vuole dimenticare Giuseppe Di Matteo

Continuano le proposte di Cineforum organizzati dal Presidio di Libera Cremasco. Ieri sera al Multisala Portanova è stata organizzata la visione di Sicilian Ghost Story, film del 2017 diretto da Fabio Grassadonia e Antonio Piazza. Sorta di fiaba oscura, è basata su uno dei fatti più inquietanti della storia recente: la sparizione e l'omicidio di Giuseppe Di Matteo, il figlio di un boss della mafia locale che verrà disciolto nell’acido. In questa terra cruda, due ragazzini della scuola media, nella provincia siciliana degli anni ’90 stanno bene insieme. Si vogliono bene. 

 

Fantasmi e violenza

Quando Giuseppe sparisce, Luna non si arrende, non sta in silenzio come gli altri, si dedica alla ricerca della verità mettendosi contro tutti: i suoi genitori, la sua amica e il paese, tutti rassegnati sul fatto che non ci sia più niente da fare. Grazie alla potenza del suo amore, troverà Giuseppe in ogni angolo di questa terra martoriata, portando lo spettatore con sé ad affrontare la pena e il lancinante e inconsolabile dolore di amici e parenti. Perché la mafia è distruzione, mancanza di appiglio, negazione assoluta della realtà.

 

10

 La redazione consiglia:

cronaca - Crema
Molte persone, tra i quali alcuni esponenti politici del territorio, hanno raccolto l’invito del presidio cremasco di Libera e si sono ritrovate in piazza Duomo a Crema per la lettura pubblica...
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato