06-07-2022 ore 14:38 | Rubriche - Cremona
di Denise Nosotti

Scelta e revoca del medico anche in farmacia. Sono 129 le aderenti in provincia di Cremona

Da martedì 5 luglio è possibile effettuare la scelta-revoca del medico di famiglia (MMG) o del pediatra anche recandosi in farmacia, in alternativa agli sportelli territoriali gestiti dagli ospedali e al canale online tramite il fascicolo sanitario elettronico. Il servizio è previsto dalla delibera approvata dalla giunta regionale su proposta della vicepresidente e assessore al welfare Letizia Moratti e fa seguito alla convenzione sottoscritta da Regione Lombardia, Federfarma Lombardia e Assofarm Confservizi Lombardia. Nei territori dell’Ats della Val Padana si registra l’adesione da parte di tutte le farmacie (129 in provincia di Cremona e 144 in provincia di Mantova), chiamate ancor più ad essere presidi territoriali fondamentali, in grado di erogare servizi diretti ai cittadini, con un accesso più facile e immediato.

 

Mannino: ‘riferimento di prossimità’

“Un aspetto che la nostra Ats intende promuovere e potenziare – afferma il direttore generale Salvatore Mannino –. Le farmacie sono preziosi punti di riferimento di prossimità per le persone; una vocazione che è cresciuta nel corso degli anni e che trova nuove opportunità di espressione, anche per effetto del recente piano di riforma e di sviluppo della rete per l’assistenza territoriale. Un ruolo che offre peraltro rilevanti prospettive, alla luce di attività già sperimentate con importanti benefici nel corso della pandemia, che favoriscono il decongestionamento di un sistema sanitario sottoposto ad una sempre più forte pressione assistenziale. Con questo nuovo servizio si va nella stessa direzione: garantire una prestazione alla cittadinanza evitando inutili attese e coadiuvare gli uffici delle Asst, garantendo un’attività capillare sul territorio”.

 

Basta solo il codice fiscale

“Il portale al quale le farmacie accederanno è molto intuitivo – spiega Rosanna Galli presidente di Ferderfarma Cremona -. Tutta la rete è stata adeguatamente formata con il supporto di Regione Lombardia e siamo pronti a ricevere le richieste da parte degli utenti che ci aspettiamo siano molte vista la comodità di erogazione”. Per effettuare la scelta o la revoca basterà fornire il proprio codice fiscale. “Una volta inserito, si accede ad una schermata che indica quali sono i medici a disposizione nel proprio di distretto di residenza – continua Galli -. Le situazioni più complesse, come per esempio la posizione degli stranieri, continueranno ad essere gestite direttamente da Asst. È poi possibile stampare tutte le informazioni utili, con indirizzi e orari ambulatoriali e fornirli agli assistiti”.

2566