29-09-2019 ore 19:19 | Politica - Crema
di Andrea Galvani

Funzionari e amministratori, la formazione è un argine contro le infiltrazioni mafiose

Ha riscosso particolare interesse l’appuntamento dei giorni scorsi in sala Alessandrini a Crema. Invitati dal prefetto Gagliardi, i sindaci del Cremasco hanno avuto modo di ricevere dai vari referenti delle forze dell'ordine – Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza – importanti nozioni su come siano cambiate le organizzazioni criminali di stampo mafioso.

 

Formazione

I professionisti della materia hanno fornito molti esempi pratici, anche tratti dalle notizie di cronaca. Hanno dimostrando come partendo dalle semplici azioni quotidiane, alcuni accorgimenti, in particolare nelle piccole comunità, possano rivelarsi fondamentali per il lavoro delle forze dell'ordine. Come spiegato dai vertici della Questura di Cremona, è di fondamentale importanza la formazione dei funzionari e dei dipendenti comunali.

 

Sensibilità

In particolare per individuare “gli approcci e le tecniche” tipiche di quella zona grigia in cui operano e tentano di mascherarsi “associazioni a delinquere dall'aspetto normale". L’iniziativa promossa dalla Prefettura ha avuto l’ulteriore pregio di aver voluto incontrare gli amministratori nei rispettivi territori. Dopo Cremona si è arrivati a Crema e quindi a Casalmaggiore. Come spiegato da Stefania Bonaldi, “una sensibilità apprezzata dai sindaci”.

 

 

124

 La redazione consiglia:

politica - Dal cremasco
Prevenire e contrastare il fenomeno mafioso nel Cremasco. Anche se non desta preoccupazione e risulta ancora piuttosto circoscritto, a livello territoriale non mancano indizi della presenza di...
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato