28-02-2018 ore 19:48 | Politica - Fiesco
di Lidia Gallanti

Fusione tra Castelleone e Fiesco, doppio Consiglio e delibera. Referendum il 1 luglio

Il primo giorno di luglio si terrà il referendum per la fusione tra Castelleone e Fiesco. Prosegue senza intoppi il percorso che entro il prossimo anno potrebbe portare alla costituzione di un nuovo Comune. Mercoledì 28 febbraio doppia assemblea consiliare in entrambi i municipi per approvare la delibera e lo studio di fusione, quindi indire la consultazione popolare. Con circa 10.600 abitanti, il nuovo Comune sarebbe il quarto per dimensione su scala provinciale.


Fusione effettiva dal 2019
Parere favorevole anche da Regione Lombardia. Dopo l'approvazione della delibera consiliare, i cittadini avranno 60 giorni di tempo per presentare osservazioni e proposte integrative. In primavera sarà costituita la bozza definitiva, domenica 1 luglio sarà la prima data utile per il voto. Alle urne si recheranno circa 7 mila persone, 900 fieschesi e oltre 6 mila castelleonesi. Il referendum non prevede quorum: in caso di esito positivo, la Regione avrà il compito di ratificare il tutto. La fusione sarà effettiva a partire da gennaio 2019.

 La redazione consiglia:

cronaca - Fiesco
Procede lo studio per una possibile fusione del comune di Fiesco con Castelleone. Come sottolineato dal sindaco di Fiesco Giuseppe Piacentini, “i piccoli Comuni oggi si...
politica - Castelleone
Castelleone e Fiesco, la fusione è possibile. È quanto emerge dallo studio di fattibilità condiviso dalle due amministrazioni comunali e presentato ai rispettivi cittadini...
Oggi al cinema