27-11-2017 ore 11:36 | Politica - Bagnolo Cremasco
di Juliao Vanazzi

Inaugurata la sezione Miglio, Salvini punta sul lavoro, la tradizione e la legittima difesa

Ieri il segretario federale della Lega Nord ieri ha inaugurato la sezione Gianfranco Miglio di Bagnolo Cremasco. A fare gli onori di casa il segretario locale Mario Tovaglieri e Luca Piantelli, del direttivo, insieme al segretario cremasco Andrea Agazzi, al consigliere comunale Paolo Aiolfi, all’assessore regionale Cristina Cappellini e ai consiglieri Federico Lena e Pietro Foroni.


Istruzione e legittima difesa

Nel suo discorso ai militanti, affiancato dal deputato Guido Guidesi e dal commissario provinciale Rebecca Frassini, l’eurodeputato Matteo Salvini, candidato alla presidenza del consiglio alle prossime elezioni, ha puntato su temi ritenuti fondamentali per il Carroccio: istruzione, lavoro, autonomia e legittima difesa. “Non ci interessano solo le grandi città. Sono le realtà piccole come Bagnolo, dove c’è ancora unità tra i cittadini, quelle davvero importanti. Da qui vogliamo prendere l’Italia”.


Tradizioni da difendere

Primo obiettivo dichiarato “stracciare la legge Fornero, che manda in pensione a 67 anni e impedisce ai giovani di trovare lavoro”. Piccolo fuori programma quando dalla platea è arrivato un lampante invito ad andarsene. Incidente subito ricomposto. Un accenno alla situazione di Ombriano, al capannone della comunità islamica: “vigileremo senza sosta” ha assicurato Salvini. “In difesa delle tradizioni – ha concluso – voglio essere molto chiaro: se qualcuno impedirà di fare il presepio o di esporre il crocifisso nelle aule chiamatemi”. 

Oggi al cinema