23-02-2024 ore 18:42 | Politica - Cremasco
di Claudia Cerioli

Maltempo. Appello al governo e alla regione: 'comuni ancora senza fondi dopo sette mesi'

Sono passati diversi dalla grandinata del 7 luglio che causò danni ingenti nel cremasco. Ad oggi alcuni cittadini non sono ancora riusciti a sistemare del tutto parti di abitazione devastati dalla grandine. Secondo il consigliere regionale del Pd Matteo Piloni: “sul nostro territorio sono stati stimati danni per oltre 50 milioni di euro. Da Governo e Regione sono arrivati solo 540 mila euro. Briciole. E non per tutti i comuni, ma solo quelli che hanno risposto alla procedura di somma urgenza della Regione. Procedura che abbiamo contestato perché lasciava fuori molti Comuni. E così è stato!

 

La sentenza del Tar

“Giovedì 22 febbraio il Tar della Lombardia ha dichiarato l’utilizzo della somma urgenza illogico e improprio in quanto ‘non può reputarsi una via non solo privilegiata, ma neppure equipollente, sul piano del buon agire amministrativo, rispetto alla scelta compiuta da altre amministrazioni, di premunirsi per tempo dal rischio appena accennato, mediante un affidamento di lavori e servizi condotto in osservanza delle regole concorrenziali’. 68 per cento delle risorse assegnate sono andate a comuni politicamente vicini alla giunta regionale, ma soprattutto molti comuni che avevano diritto ai contributi per ripristinare gravi danni, non li hanno avuti. La sentenza del Tar ci dà ragione e mette in discussione il metodo amicale della distribuzione delle già misere risorse regionali. Questo a fronte del fatto che le risorse nazionali stanziate non sono ancora state assegnate. Per cui ora ci attendiamo che la regione distribuisca le risorse a quei comuni che hanno avuto danni e non hanno ancora visto un euro”.

1385