22-01-2022 ore 11:00 | Politica - Lombardia
di redazione

Scuola. Piloni risponde ai genitori: 'richieste condivisibili. Regione e governo si attivino'

"Gentile direttore, ho ricevuto la lettera di alcuni genitori nella quale chiedono l'adozione di un protocollo unico per la gestione delle quarantene o, quantomeno, un chiarimento e le necessarie semplificazioni. Come non concordare con questa richiesta?". Per il consigliere regionale Matteo Piloni "le regioni non devono limitarsi a chiedere il cambio dei colori (che ovviamente può essere superato) come ha fatto il presidente Fontana. Devono chiedere al governo e al cts di rivedere le regole di quarantena e dad per l'infanzia, elementari e medie. Per le famiglie, e le scuole stesse, la gestione è insostenibile.

 

Problemi attuali

Il problema dei lombardi, in questa fase della pandemia, è quello di conciliare il lavoro con la didattica a distanza dei figli, di trovare facilmente l’appuntamento per un tampone, di avere indicazioni precise su come gestire quarantene e isolamenti. La classificazione a colori ha certamente perso gran parte del suo significato. Al presidente Fontana chiediamo di farsi portavoce con il governo dei problemi dei genitori con figli in età scolastica, a partire dalle difficoltà che scuole e famiglie stanno vivendo quotidianamente per le regole delle quarantene, e di risolvere le difficoltà alle quali devono far fronte le Ats nel comunicare ai cittadini le indicazioni da seguire e nel garantire tracciamento e tamponi gratuiti. Ovviamente non è ancora tempo di abbassare la guardia e di dire liberi tutti. È necessario che il governo dialoghi con le regioni e accolga le proposte che mirano a limitare la pandemia e a farci uscire dall’emergenza, partendo dall'urgenza di semplificare la vita di migliaia di famiglie, bambini, ragazzi e insegnanti.

998