20-06-2024 ore 11:28 | Politica - Casale Cremasco
di Elena De Maestri

Il sindaco Grassi giura sulla Costituzione: '‘Vincere significa realizzare il programma’

Nel tardo pomeriggio di mercoledì 19 giugno si è tenuto il primo consiglio comunale della nuova amministrazione di Casale Cremasco guidata dal sindaco Antonio Grassi. Dopo la verifica dell’eleggibilità di sindaco e consiglieri, la seduta è proseguita con il giuramento preceduto da un intervento del sindaco. “Sono andato a rileggermi i discorsi che avevo pronunciato in questa sala la prima volta che sono stato eletto e a anche la seconda. Potrei rifarli integralmente. Non perché nulla sia cambiato, ma perché, il nostro impegno è lo stesso di allora. La nostra speranza è la stessa: cambiare senza rinunciare ai nostri ideali. Anzi mantenerli e rafforzarli”.

 

‘Vincere significa realizzare il programma’

“Noi, come allora, crediamo nell’impegno preso nei confronti di cittadini. Di tutti i cittadini.  Allora avevamo promesso di non tradire la fiducia che ci era stata concessa e oggi ribadiamo la medesima promessa. E ci impegniamo a mantenerla. Noi siamo al servizio dei cittadini, non dobbiamo dimenticarlo. Non abbiamo minoranza che ci stimolerà e questo aumenta le nostre responsabilità”. L’arringa finale non lascia dubbi sulle intenzioni dell’amministrazione appena insediata. “Noi vogliamo vincere e per noi vincere significa realizzare il programma. Significa non auto commiserarsi di fronte alle difficoltà, ma affrontarle e risolverle. Significa dialogo, partecipazione, inclusività. Ma anche, più prosaicamente, mettere le sedie per gli spettacoli in piazza, allestire il palco, distribuire volantini, guidare l’auto per trasportare i cittadini disagiati nei luoghi di cura.  Vincere, significa lavorare in sintonia con i dipendenti del Comune, dare loro la possibilità di crescere e di sfruttare le loro competenze a favore della comunità. Vincere, significa avere un segretario comunale parte della squadra e non burocrate. E abbiamo Massimiliano Alesio, preciso, spesso pignolo, ma altrettanto solerte a trovare la soluzione”.

 

Boschiroli è capogruppo

Il sindaco ha concluso citando Margaret Mead.  “Non dubitare mai che un piccolo gruppo di cittadini coscienziosi e impegnati possa cambiare il mondo. In verità è l’unica cosa che è sempre accaduta. L’avevo citata cinque anni. La ripeto oggi. Non dimentichiamola. E avanti tutta.  Ora giuro con convinzione. Ma anche con determinazione. Giuro con la certezza che tutti voi sarete al mio fianco. Giuro che anche questa volta non tradiremo gli elettori”. Il consiglio ha poi preso atto della composizione della giunta, scelta che spetta al sindaco.  Antonio Rovida sarà vicesindaco e assessore al sociale e Celestina Villa, assessore al bilancio. A seguire l’esposizione delle linee programmatiche, la nomina del capogruppo nella figura del consigliere Enemesio Boschiroli e quella della commissione elettorale. Infine l’approvazione di un’integrazione dello statuto per consentire la nomina al sindaco di affidare una specifica delega a ciascun consigliere. È seguita una giunta per approvare la rassegna Estate in riva al Serio. Poi un brindisi.

1389