20-02-2019 ore 11:11 | Politica - Dall'italia
di Andrea Galvani

Case di riposo e residenze disabili, Regione taglia deducibilità. Pd e M5s: ‘inaccettabile’

“Regione Lombardia taglia i costi deducibili delle case di riposo e delle residenze per disabili. In base alle nuove regole regionali le spese non strettamente sanitarie non potranno essere prese in considerazione ai fini delle detrazioni”. Il provvedimento è fortemente criticato dalle opposizioni. Per Marco Degli Angeli, M5S, “è inaccettabile, come al solito si sacrifica il piano della prevenzione a favore di quello della cura”, mentre secondo il consigliere regionale Matteo Piloni, Pd “è l’ennesima penalizzazione, visto che le rette continuano a crescere”.

 

Danno per 70 mila famiglie”

Entrando nel dettaglio, l’esponente dem spiega che “le spese per l’animazione (necessaria per stimolare gli ospiti da un punto di vista cognitivo), per il lavaggio e il movimento dei pazienti (essenziali per evitare le piaghe da decubito) non potranno più essere portate in detrazione: un ulteriore danno per 70 mila famiglie lombarde, che fino a ieri potevano recuperare con la dichiarazione dei redditi fino a 3.000 euro e ora si vedono ridotta questa cifra anche del 70%”.


Le ‘storture’ del Piano delle regole

Il pentastellato Degli Angeli attacca l’assessore alla sanità Gallera: “recita sempre lo stesso copione; si parla tanto di autonomia, dando sempre la colpa allo stato centrale, quando la verità è che non si ha il coraggio di prendere decisioni. Questa è solamente una delle numerose storture previste dal Piano delle Regole 2019 che, malgrado gli annunci trionfalistici in realtà produce significativi danni al sistema sanitario. È necessario che la Giunta di Regione Lombardia ritorni sui suoi passi e provveda con urgenza per scongiurare questo ulteriore disagio alle famiglie e alle persone malate”.


Il bonus elettorale”

Il provvedimento è inserito nel Piano regionale per la Sanità 2019: “Per una famiglia che spende circa 2 mila euro al mese per un Rsa, si trattava di recuperare circa di 3 mila euro. Eppure le rette delle Case di riposo - già proibitive per la maggior parte delle famiglie - tendono a crescere. Lo scorso anno, all’avvicinarsi delle elezioni, la Regione aveva distribuito un bonus da 1.000 euro destinato a coprire (in parte) le spese degli ospiti più gravi, ricoverati da un anno. Passate le elezioni il bonus è sparito. Adesso l’ennesima amara sorpresa per le famiglie dei pazienti ricoverati nelle Rsa lombarde”.

25
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato