19-05-2022 ore 18:30 | Politica - Crema
di Gloria Giavaldi

CremAperta striglia Draghetti e Borghetti: 'contrari alla svolta sanitaria dell'ex tribunale'

“Nel recente confronto tra i candidati sindaco dello scorso lunedì 16 maggio è emerso con chiarezza che il candidato del centrodestra, Maurizio Borghetti e quello del Movimento 5 Stelle Manuel Draghetti sono contrari alla proposta di collocare nell'ex tribunale i nuovi servizi sanitari che servono a Crema. Una posizione che va contro gli interessi di Crema, che non pensa a tutelare i cittadini cremaschi”. Così Franco Bordo, candidato nella lista Crema Aperta a sostegno di Fabio Bergamaschi. “Se quella di Draghetti ci sembra una posizione volta solo a fare il bastian contrario rispetto a quanto sostenuto dall'amministrazione uscente, quella di Borghetti è ancora più assurda. Un medico del nostro ospedale che si candida a sindaco di Crema, dovrebbe sapere quanto sarebbe utile che tale immobile, grazie ad un accordo tra Comune, Asst e Regione, venisse utilizzato per il potenziamento del sistema sanitario territoriale e del nostro ospedale, anche in un'ottica di incremento del personale, di cui abbiamo bisogno”.

 

'Bergamaschi unica speranza'

“Un candidato a sindaco dovrebbe anche sapere quanto è assurda la posizione dell'assessore regionale Moratti che vuole realizzare la futura Casa di Comunità in via Gramsci, in una struttura del tutto inadeguata per dimensioni, accessibilità e parcheggi. Una soluzione che andrebbe a creare molti problemi alla viabilità di quel comparto, già problematica in varie ore e giorni della settimana”. Sul punto la lista si era fatta promotrice di una raccolta firme, di 5167 firme, che “consegneremo al candidato Bergamaschi, l'unico che crede che utilizzare l'ex tribunale per il sistema sanitario possa essere utile per potenziare l'offerta di servizi di cura e prevenzione del nostro territorio”.

1576