18-05-2023 ore 20:28 | Politica - Crema
di Andrea Galvani

Formazione, innovazione, sviluppo: 'una nuova, radiosa vita per l’area dell’ex Olivetti di Crema'

Formazione, innovazione e sviluppo sono le parole chiave del progetto di riqualificazione dell’ex Olivetti di Crema, per anni polo universitario della Statale di Milano. Come sottolineato dal sindaco Fabio Bergamaschi e dalla vice sindaco Cinzia Fontana, con delega al bilancio e alla pianificazione territoriale, il progetto elaborato da Centro Padane presentato oggi in via Bramante, consentirà la rigenerazione di un’area di straordinaria importanza per il futuro della città e del territorio. L’assessore ai lavori pubblici Gianluca Giossi ha ricordato che il progetto “è nato in seno alla giunta Bonaldi” e consentirà “il rilancio della formazione professionalizzante, a servizio della comunità provinciale”. Alla buona riuscita dell’iniziativa hanno contribuito “l’ufficio tecnico comunale, Centro Padane, in house delle province di Cremona e Brescia e Consorzio.It, per il lavoro svolto in piena sinergia, che ha garantito tempi strettissimi per i progetti legati al Pnrr”. Del medesimo avviso Mirko Signoroni, presidente della provincia di Cremona, comproprietaria dell’immobile.

 

Sostenibilità

Del resto “Crema è stata scelta come centro di alta formazione” e le due amministrazioni intendono promuovere e valorizzare l’innovazione, possibilmente accogliendo anche un nuovo laboratorio di cosmesi. Il quadro economico complessivo è importante: vale oltre 5 milioni di euro. Attualmente la struttura ospita i corsi di infermieristica e all’inizio dei lavori, previsti per il prossimo autunno, saranno trasferiti nell’ex tribunale di via Libero comune. Non è escluso che i corsi Its possano essere accolti in un istituto scolastico della città, prima di rientrare nell’edificio di via Bramante, interamente riqualificato. Particolare attenzione verrà posta alla sostenibilità: l’edificio sarà dotato di pannelli fotovoltaici e molto probabilmente ospiterà una comunità energetica.

 

Cosa comprende il progetto

Tre i lotti previsti: il primo comprende l’ex O Hub dell’innovazione (finanziato da fondazione Cariplo, comune di Crema, Provincia di Cremona, Camera di Commercio, PoliMI e Acsu per 1 milione e 900 mila euro). Il secondo riguarda la ristrutturazione, con la riqualificazione funzionale e la valutazione di vulnerabilità sismica dell’ex Olivetti: il finanziamento è della regione Lombardia e del comune di Crema e ammonta a 1 milione e 156 mila euro. Infine il progetto di rifunzionalizzazione dell’ala B, riguardante nello specifico l’edificio ex Olivetti: anche in questo caso i fondi sono ingenti, pari ad oltre 2 milioni di euro e finanziati dal Pnrr e dal ministero dell’Interno.

 

Il crono programma

La base d’asta è di poco superiore ai 3,8 milioni di euro. Si tratta di una procedura aperta, per l’affidamento dell’appalto integrato, che comprende il progetto esecutivo e i lavori. Il 15 maggio 2023 la pubblicazione del bando di gara, il 26 giugno 2023 la scadenza della presentazione delle offerte, entro il 30 luglio 2023 la stipula del contratto di affidamento, col termine dei lavori complessivi fissato al 30 giugno 2025.

4431