17-09-2019 ore 15:23 | Politica - Crema
di Andrea Galvani

Asst ed Area omogenea, risorse e strategie comuni. Il dg Pellegata rassicura i sindaci

Lo squilibrio nella distribuzione delle risorse da parte dell’Ats Val Padana, l’autonomia dell’Asst di Crema ed il futuro dell’Ospedale Maggiore di Crema. Questi i temi trattati ieri dai sindaci del distretto cremasco e Germano Pellegata, direttore generale della struttura ospedaliera cremasca. In sala Polenghi è stata ribadita la necessità di aumentare i fondi per l’ospedale cremasco; dati alla mano è costantemente nelle prime tre posizioni in Lombardia, anche se riceve una compensazione economica che non arriva al 25 per cento dei costi. Dato inferiore rispetto alla situazione provinciale.

 

Omogeneità di prestazioni

Durante l’incontro – chiesto dai sindaci lo scorso luglio (il dettaglio in allegato) – sono state richiamate le linee guida della Legge Regione 23/2015 che stabilisce delle garanzie in ordine alla omogeneità di prestazioni e alla integrazione del sistema sanitario, sociosanitario e sociale. Pellegata ha fornito rassicurazioni sull’autonomia, riportando anche le ampie rassicurazioni dell’assessore regionale Giulio Gallera durante la visita a Crema all’inizio del mese.

 

Organizzazione interna

Parlando di organizzazione interna ha spiegato di aver avviato la procedura per l’assunzione di tutti primari. Per quanto riguarda l’evidente squilibrio nella ripartizione delle risorse – con forte penalizzazione per l’Asst di Crema – il direttore generale ha assicurato che provvederà a discuterne nelle sede opportune, tra Ats e Direzione generale welfare. La situazione verrà monitorata attraverso degli incontri periodici.

98

 La redazione consiglia:

politica - Dal cremasco
La realtà in cui versa il settore è fatta di “gravi difficoltà”. Nel complesso, “il comparto sanitario” sta scontando “la penuria di personale...
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato