16-06-2022 ore 11:29 | Politica - Crema
di Gloria Giavaldi

M5s: 'abbiamo perso, ma lavoreremo per Crema'. Ballottaggio :' lasciamo libertà di voto'

“Non abbiamo raggiunto il risultato che ci aspettavamo. Ad oggi la nostra presenza in consiglio non è confermata, quindi abbiamo perso”. Rompe il silenzio Manuel Draghetti, il candidato sindaco del Movimento 5 stelle, non nascondendo una certa amarezza per l'esito delle elezioni amministrative del 12 giugno. “Puntavamo al 6 o 7 per cento, non abbiamo raggiunto il risultato”. Draghetti con il Movimento ha superato di poco il 4 per cento. “Non è una consolazione sapere di aver raggiunto un risultato superiore rispetto al Movimento 5 stelle nel nord Italia, dove i consensi ottenuti non superano l'1,5 per cento. Abbiamo perso e rispettiamo la volontà dei cremaschi. Il mio grazie va agli oltre 600 elettori che ci hanno preferito e ci hanno dato fiducia”.

 

Ringraziamenti

Un grosso ringraziamento a “tutti i componenti della lista, nessuno escluso, che mi hanno affiancato in questa esperienza e al consigliere regionale Marco Degli Angeli. Abbiamo sempre dato il massimo, insieme. Non solo in questi sei mesi di campagna elettorale, ma anche nel corso degli ultimi 5 anni all'opposizione in consiglio comunale. Abbiamo sempre ascoltato tutti ed assolto anche ad un ruolo di controllo sulla maggioranza. Così è andata, ci aspettavamo qualcosa di più, ma - lo ripete - il voto dei cremaschi va rispettato. Noi comunque ci saremo, siamo un gruppo strutturato di attivisti che non hanno perso entusiasmo. Vogliamo continuare ad essere una realtà politica attiva, dentro o fuori il consiglio comunale”.

 

Astensionismo

Anche il capolista Massimo Cacopardo non nasconde la delusione: “siamo un gruppo di volontari che si è impegnato a fondo, con tutti i mezzi disponibili, abbiamo la coscienza a posto. Probabilmente la gente non ha gradito la nostra proposta o non ha analizzato a fondo le problematiche. Quale che sia il motivo, non cambia il risultato”. Per il consigliere regionale Marco Degli Angeli “l'unico rammarico è quello di non aver convinto quel 45 per cento di persone che non si sono recate alle urne. Probabilmente perché disinnamorate dalla politica, non hanno trovato nelle proposte in campo un motivo per andare a votare. Ci dispiace non essere riusciti a convincerli ad esprimere una preferenza per il nostro programma. In 10 anni questo gruppo ha messo in atto un'attività onesta, concreta, di controllo e di stimolo. Molte questioni non sarebbero state sollevate senza il Movimento 5 stelle”.

 

Libertà di voto

“Ce ne andiamo a testa alta” interviene l'attivista Agostina Bettinelli “consapevoli di aver attuato il fondamento della politica: il servizio ai cittadini”. Inutile negarlo “sono delusa, speriamo che le belle proposte inserite nei programmi elettorali vengano attuate. Noi saremo sempre attenti, anche al di fuori”. In vista del ballottaggio del prossimo 26 giugno il Movimento 5 stelle cremasco lascia ai propri elettori libertà di voto: “rivolgiamo – chiosa Draghetti – un grande appello ad andare a votare, ognuno per chi preferisce. Speriamo si raggiunga il 100 per cento di partecipazione”.

2525