14-12-2022 ore 17:33 | Politica - Crema
di Riccardo Cremonesi

Cremasco, gestione integrata dei servizi. Prima riunione del progetto di Polizia locale unificata

L’obiettivo è concretizzare in ambito della sicurezza un nuovo servizio sovra comunale: l’acronimo è Pluto, ovvero 'Polizia locale unificata territorialmente organizzata'. Al riguardo oggi si è tenuto un incontro tra il sindaco Bergamaschi e il comandante della polizia locale Boriani per il comune di Crema, oltre a Bruno Garatti e ai tecnici Christian Lusardi e Andrea Tironi per Consorzio informatica e territorio.

 

Maggior coordinamento

“L’obiettivo è favorire un maggior coordinamento tra le polizie locali dei comuni cremaschi, in un’ottica di crescente gestione integrata dei servizi da calare nell’area omogenea, che troverebbe in tal modo ulteriore collante. Pur mantenendo l’autonomia di ogni singolo ente. Considerando la sua struttura organizzativa, le competenze e gli strumenti, Crema assumerebbe il ruolo di regia iniziando ad esempio dalla gestione organizzata e ottimizzata dei varchi. I benefici saranno l’incremento delle attività di controllo a livello territoriale, una migliore gestione, centralizzata, dei varchi esistenti, un reciproco potenziamento delle attività di controllo dei singoli Comuni, che Crema mira a tradurre nella disponibilità di un maggior numero di agenti da impiegare nei turni serali”.

 

Sette comuni
“Una stretta collaborazione che porterebbe a una prima gestione di un servizio tra i sette 'comandi' di Polizia locale dislocati sul territorio: oltre a Crema, Offanengo, Pandino, Castelleone, Soncino, Rivolta d’Adda e Spino d’Adda. Come sottolineato dal sindaco Bergamaschi, “Crema crede fortemente nel percorso intrapreso di rilancio dell’area omogenea e mette a disposizione del territorio le proprie competenze e gli strumenti a disposizione, per fare in modo che possa crescere unito, grazie a sinergie che sappiano efficientare ed integrare i servizi. In tema di sicurezza, inevitabilmente il comando della polizia locale cittadina riveste un ruolo propulsivo nella logica di una crescente integrazione tra i comandi del cremasco e ringrazio il comandante Dario Boriani per aver accolto con il giusto spirito questa nuova sfida, da concertare con i colleghi”.

 

Al servizio del territorio”

“Allo stesso tempo – conclude Bergamaschi - approfondirò con gli altri sindaci del territorio la proposta, perché se è vero che ci si debba credere tutti insieme per ottenere un risultato significativo e reciprocamente utile, è altrettanto vero che se non ci crede Crema, il progetto non decolla nemmeno. E stamattina abbia sancito, invece, la nostra precisa volontà: una città al servizio del territorio, per un territorio al servizio della città”.

2360